CucinaElettrodomestici

Migliori estrattori di succo per spremute e centrifughe

estrattori di frutta

Quali sono i migliori estrattori di succo per spremute e centrifughe attualmente sul mercato?

Questa tipologia di elettrodomestico, evoluzione raffinata dei frullatori, sta vivendo un vero e proprio boom commerciale. Il motivo di questo successo è dato principalmente da diversi motivi.

Innanzitutto, i ritmi della vita moderna spesso comportano tempi estremamente ristretti per preparare pasti e spuntini. Poter usufruire di un estrattore di succo, permette di ottenere preparati di frutta e verdura in poco tempo particolarmente gustosi e che si possono consumare facilmente anche fuori casa. Infine, il numero sempre maggiore di vegani e vegetariani, ha contribuito ulteriormente alla diffusione di succhi e centrifughe a base vegetale.

Il secondo fattore, da non sottovalutare, riguarda il fatto che, la già citata frutta e verdura, sono alimenti particolarmente salutari e, per molte persone, anche particolarmente gustosi. L’apporto vitaminico, di fibre, sali minerali e di altre sostanze infatti, permette a spremute e centrifughe di essere dei veri e propri toccasana per la salute.

In tal senso, chi ha particolarmente cura del proprio corpo o chi segue regimi alimentari, può trovare in questi elettrodomestici un più che valido alleato.

estrattori di frutta

Estrattori di succo per spremute e centrifughe: come scegliere un prodotto adatto alle tue esigenze?

Trattandosi di un settore così variegato dunque, non è facile scegliere un prodotto adatto alle necessità del singolo. Vi è infatti chi si limita a richiedere dei semplici succhi di frutta, ottenibili con una qualunque centrifuga, mentre chi è più salutista può facilmente optare per un estrattore di succo (probabilmente a freddo).

Di seguito, illustreremo quali sono le principali caratteristiche con cui fare i conti  ancor prima di analizzare i singoli modelli proposti dal mercato.

Centrifuga o estrattore?

Il primo e importantissimo parametro di cui tenere conto è la tipologia di prodotto. Centrifughe ed estrattori infatti, sono tutt’altro che lo stesso elettrodomestico.

Quando ci si riferisce alla centrifuga infatti, si fa riferimento a un dispositivo che va a sminuzzare in parti minuscole, attraverso lame, la frutta o la verdura inserite. Se ciò a livello di gusto, non comporta grandissime differenze rispetto agli estrattori, ciò che cambia sono le sostanze presenti nel risultato. L’elevatissimo numero di giri (si parla di migliaia) al minuto e il calore a cui vengono sottoposti gli alimenti trattati, vanno però a distruggere una parte consistente delle sostanze nutrienti presenti.

L’estrattore di succo invece, lavora in maniera diversa, andando a “schiacciare” frutta e verdura. Questo tipo particolare di trattamento, riduce notevolmente la temperatura a cui viene sottoposto il cibo. Lo stesso dunque, viene intaccato in maniera minima (e talvolta nulla), per quanto riguarda le sostanze contenute.

Estrattori a freddo o a caldo?

A loro volta, gli estrattori di succo, non sono tutti uguali per quanto riguarda il loro lavoro. Le definizioni estrattori a caldo o estrattori a freddo, riguardano principalmente il numero di giri al minuto degli elettrodomestici.

Migliori estrattori di succo sono senza ombra di dubbio quelli a freddo. Essi infatti, lavorano in maniera estremamente lenta. Dunque un valore di giri al minuto inferiore (possibilmente vicino o inferiore ai 40) denota generalmente una migliore qualità del prodotto sotto questo punto di vista.

Tipi di alimenti lavorati

Quali tipi di frutta o verdura si possono trattare con un estrattore? Questo dipende dal tipo di elettrodomestico. Ciò dipende sia dall’imboccatura che dal meccanismo interno. Appare piuttosto evidente che lavorare un arancio, una mela o verdura a foglia non sia la stessa cosa per un prodotto di questo tipo.

Chi intende lavorare con frutta e verdura a pasta morbida, non avrà particolari problemi a trovare un estrattore. Alimenti come uva, pomodori e kiwi infatti, hanno una polpa particolarmente morbida e facile da trattare.

Mele, aranci e altre tipologie di alimenti invece, hanno un range di prodotti più ristretti. Risulta dunque necessario controllare bene prima dell’acquisto quali tipologie di cibo sono trattabili con l’elettrodomestico e quali no.

Pulizia

La pulizia degli estrattori di succo non va assolutamente sottovalutata, per diversi motivi. Il primo riguarda la salute, in quanto l’accumularsi di parti di frutta o verdura, che secca e/o marcisce, può contaminare i succhi e le centrifughe preparate. In seconda battuta, perché alcuni alimenti come agrumi o kiwi hanno un livello di acidità che può intaccare gli elementi interni della macchina.

In tal senso, la pulizia ordinaria deve essere un tipo di operazione svolta con grande cura e molto frequentemente. Alcuni dispositivi di questo tipo, sono ideati di proposito per essere facili da smontare e da pulire.

Capienza e filtri

Seppur non di primaria importanza, la capienza di un estrattore di succo può essere un parametro da prendere in considerazione. Allo stesso modo, la presenza dei filtri può permettere di perfezionare il succo definendo la grana del prodotto finito.

Alcuni modelli tra i più raffinati, offrono anche un secondo contenitore in cui vengono automaticamente raccolti gli scarti della lavorazione.

Rumore

Infine, anche la rumorosità può essere un parametro di scelta piuttosto interessante per definire i migliori estrattori di succo sul mercato. Soprattutto chi usa questi prodotti durante la colazione, il rumore emesso (se esagerato) può svegliare gli altri membri della famiglia.

Dunque, pur non essendo uno dei “pilastri” utili a definire la qualità di un estrattore, è un qualcosa che bisogna comunque valutare attentamente.

I Migliori estrattori di succo sul mercato

Fatta questa doverosa premessa, che permette di prendere coscienza sulle caratteristiche di questi prodotti, è possibile andare maggiormente a fondo. Nello specifico, di seguito illustreremo quelli che sono attualmente i migliori dispositivi presenti sul mercato.

Estrattore di succo a freddo Joerid

estrattore joerid

L’estrattore di succo a freddo Joerid, pur non affidandosi a un brand particolarmente famoso, è uno dei più apprezzati nell’ambito degli store online.

Il modello in questione, lavora frutta e verdura attraverso una sorta di elica, senza lama, andando a premere dolcemente ma con decisione sugli alimenti. Il risultato concreto di questo processo è una polpa in grado di mantenere pressoché inalterate le sostanze nutrienti di frutta e verdura trattata. L’elica lavora a un ritmo piuttosto contenuto (60 giri al minuto) dimostrandosi un prodotto piuttosto funzionale nell’ambito della fascia media di prezzo del settore.

Grazie alla funzione di flusso inverso, è possibile rimuovere facilmente eventuali residui che si accumulano nell’estrattore durante la fase di pressatura. Le componenti che costituiscono il filtro poi, possono essere facilmente pulite attraverso un’apposita spazzola.

Una piccola canalina di alimentazione impedisce ai bambini di farsi male mentre l’estrattore sta lavorando. Sempre sotto l’ottica della sicurezza, il dispositivo non funziona in alcun modo senza un corretto montaggio di tutti i suoi componenti. Tutti i pezzi staccabili sono realizzati in materiale di alta qualità, senza BPA e dunque adatti a venire a contatto prolungato con il cibo. Con una rumorosità inferiore ai 60 decibel, il modello offerto da Joerid appare anche piuttosto silenzioso durante il suo lavoro.

In conclusione, l’estrattore di succo a freddo Joerid offre un rapporto qualità-prezzo che lo rende in assoluto uno dei modelli più acquistati (non solo in Italia).

Microjuicer HR1894/80

Microjuicer HR1894/80

Anche i grandi brand hanno da proporre modelli piuttosto interessanti, uno di questi è senza dubbio Philips, con il suo estrattore Microjuicer HR1894/80.

Il dispositivo in questione risulta estremamente avanzato tecnologicamente, essendo il frutto della collaborazione della nota multinazionale olandese con l’Università di Innsbruck. L’estrattore di cui stiamo parlando suddivide il proprio lavoro in tre fasi distinte, prima spezzettando la frutta/verdura, poi spremendola e infine andando a effettuare una sorta di “micro-spremitura”. Proprio per questo sistema unico nel suo genere, non è possibile definire i giri al minuto.

In ogni caso, il motore di cui dispone il prodotto ha potenza pari a 200 watt, mentre la capienza del contenitore per il succo è pari a un litro. Il sistema di filtro a pettine senza setaccio, favorisce notevolmente la pulizia dell’elettrodomestico. Con un semplice risciacquo infatti, il filtro torna pulito. Sempre sotto il punto di vista della pulizia, va segnalata anche la funzione PreClean. Questa permette di svuotare l’estrattore ottenendo sia il massimo della polpa, si facilitano ulteriormente le operazioni di pulizia. Va citato, in tal senso, anche il semplice ma funzionale sistema anti-goccia.

La frutta e verdura trattabile con Microjuicer HR1894/80 può essere sia morbida che dura, anche se è possibile lavorare tranquillamente anche con semi e verdure a foglia. Da sottolineare anche la possibilità di utilizzare frutta congelata per preparare gustosi sorbetti. Nonostante il costo risulti più alto rispetto alla media, il rapporto prezzo-qualità fa di Microjuicer HR1894/80 uno degli estrattori più apprezzati sul mercato.

Panasonic MJ-L501KXE Slow Juicer

MJ-L501KXE

Un altro dispositivo unico nel suo genere che entra di diritto tra i migliori estrattori di succo in commercio, è senza dubbio Panasonic MJ-L501KXE Slow Juicer.

L’elettrodomestico in questione è dotato di una tecnologia piuttosto avanzata, in gradi di effettuare una pressatura a bassa velocità (45 giri al minuto) degli alimenti. Di fatto, in questo modo, preserva tutte le sostanze di verdure/frutta. La caraffa in dotazione, da 1,5 litri di capienza, è realizzata in acciaio inossidabile. Per quanto concerne la rumorosità, Panasonic MJ-L501KXE Slow Juicer si conferma nella media dei prodotti di medio-alta fascia, con 65 decibel emessi dal motore (150 Watt) durante il suo lavoro. Da sottolineare anche la presenza di un interruttore per funzionamento inverso, un beccuccio salvagocce e un appoggio antiscivolo.

La confezione dell’estrattore, al momento dell’acquisto, include anche un filtro per succhi, uno per ingredienti surgelati, due contenitori per la raccolta del succo e una spazzola per la pulizia. Una piccola citazione la merita senza dubbio anche il design, pratico sotto il punto di vista dell’ingombro e particolarmente apprezzabile sotto il punto di vista prettamente estetico.

Imetec Succovivo Pro 2000

Imetec Succovivo Pro 2000

Con Imetec Succovivo Pro 2000 proponiamo un estrattore di succo prodotto da un brand italiano piuttosto famoso nel settore.

Pur trattandosi di un elettrodomestico per l’uso domestico, esso strizza evidentemente l’occhio all’ambito professionale. Gli appena 48 giri al minuto infatti, consentono di preparare succhi e polpe in grado di mantenere inalterate le qualità di frutta e verdura. A testimoniare la qualità infusa da Imetec nel proprio prodotto, vi è il fatto che la coclea è realizzata con materiali pregiati e particolarmente adatti al lavoro svolto.

Il motore che permette la lavorazione di alimenti è a induzione, dotato di ingranaggi in acciaio e risulta da 300 Watt. Di fatto, può lavorare ininterrottamente sino a 30 minuti. Risultano ottimi anche i 2 diversi filtri regolabili, così come l’accessorio per preparare granite e sorbetti. Infine, nella confezione al momento dell’acquisto, è incluso un pratico ricettario per sfruttare al massimo le potenzialità dell’estrattore.

Estrattore di succo a freddo Aicok

Centrifuga Aicok

Terminiamo la lista dei migliori estrattori di succo con un prodotto low-cost come quello proposto da Aicok. Nonostante brand e prezzo basso, questo dispositivo offre comunque una interessante opportunità per chi vuole avvicinarsi al settore senza spendere cifre elevato o per chi intende utilizzare un estrattore solo occasionalmente.

Il motore da 400 Watt lavora in collaborazione con una lama affilata in acciaio inossidabile 304. L’abbinamento di questi componenti con un ottimo filtro, permette di ottenere la polpa da frutta e verdura nel giro di pochi secondi. La funzione centrifuga può vantare ben 3 diverse velocità per gestire al meglio il dispositivo anche con frutta e verdura di diversa consistenza. La caraffa di raccolta succo può contenere fino a 1,5 litri, mentre il secondario (adibito alla polpa) 450 millilitri. Entrambi sono accompagnati da un’apposita spazzola per la pulizia personalizzata.

Il coperchio dell’estrattore si stringe durante la spremitura, grazie al braccio di bloccaggio per la sicurezza. Si tratta di un’ottima soluzione per quanto concerne la sicurezza anche se, a dispetto del prezzo, sono diverse le soluzioni proposte da Aicok con il suo prodotto. Per esempio, il motore si spegne in caso di surriscaldamento o se vi è qualche problema di sorta a livello di assemblaggio. L’avanzamento dello scivolo di 65 millimetri, permette di spremere gli alimenti senza pre-taglio.

Pur non trattandosi di un dispositivo tra i top di gamma in assoluto, visto il rapporto prezzo-qualità risulta sicuramente uno dei più ambiti tra i low-cost.

 

Non perderti i nostri approfondimenti sulla casa, domotica ed elettrodomestici, segui il nostro canale Telegram: t.me/casahitech
banner telegram offerte
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...
Potrebbero interessarti
Aspirapolveri e puliziaElettrodomestici

9 Migliori alternative all’aspirapolvere Dyson

Aspirapolveri e puliziaConsigli per gli acquistiElettrodomestici

7 Migliori aspirapolvere senza fili e scope elettriche | Guida all'acquisto

Consigli per gli acquistiCucinaElettrodomestici

Le migliori cooking machine del 2020

ClimatizzazioneConsigli per gli acquistiElettrodomestici

Migliori purificatori d'aria per una casa smart | Guida all'acquisto