Migliori forni per la pizza fatta in casa | Guida all'acquisto

forno per pizza fatta in casa
Seguici su Google News

Sono sempre di più gli italiani che nel corso degli ultimi anni si sono avvicinati al mondo dei forni per pizza, sviluppando una vera e propria passione per questa arte culinaria. Certo, andare in pizzeria con gli amici è sempre divertente, ma cucinare una bella pizza fatta in casa e mangiarla in famiglia o mentre si svolgono i propri hobby preferiti non ha prezzo. Se una volta la pizza della pizzeria era inimitabile, oggi esistono alcuni strumenti tecnologici in grado di offrirci la stessa identica qualità e di regalarci il piacere di mangiare un'ottima pizza anche a casa.

Ma quali sono le caratteristiche dei forni per pizza da tenere assolutamente in considerazione al momento dell'acquisto? Oggi il mercato offre una grande varietà di modelli, e scegliere il migliore per le proprie esigenze potrebbe essere difficile.

Niente paura, però! In questa guida ti spiegheremo tutto ciò che c'è da sapere sui forni per pizza fatta in casa: nella prima parte ti proporremo una selezione dei migliori modelli attualmente in commercio, mentre nella seconda cercheremo di riassumere quali sono i requisiti più importanti da tenere in considerazione al momento dell'acquisto. Dopo aver visto quali sono i migliori forni a incasso e smart e i migliori forni a microonde, diamo un'occhiata ai migliori dispositivi per ottenere la migliore pizza fatta in casa.

forno per pizza fatta in casa

I migliori forni per la pizza fatta in casa: la nostra selezione

Partiamo subito con la nostra selezione dei migliori forni per pizza. Più in basso troverai invece una guida dettagliata per scegliere il modello che più si avvicina ai tuoi gusti e alle tue esigenze.

P134H Easy Pizza

Partiamo con uno dei migliori forni per pizza attualmente sul mercato. Il modello P134H Easy Pizza offre prestazioni di alta qualità per un risultato ottimo e una pizza come quella della pizzeria. È in grado di raggiungere una temperatura di 500°C in circa 30 minuti, e il tempo necessario per riportarlo alla temperatura desiderata tra una pizza e l'altra è di soli 2-3 minuti.

La porta del forno è dotata di tre vetri per dissipare il calore proveniente dalla camera interna e per evitare che si surriscaldi e diventi pericolosa al tatto.

Il forno è dotato di un ventilatore tangenziale che estrae l'aria calda dal vano tecnico, contribuendo a ridurre l'usura e aumentare la durata dei componenti elettronici.

Per quanto riguarda i materiali impiegati per costruire il forno, questo modello è realizzato in acciaio inox premium, che viene impiegato nella realizzazione della camera di cottura. Questo materiale offre un'elevata resistenza alla corrosione e garantisce una maggiore durata e affidabilità al dispositivo.

La forma della resistenza è stata progettata per cuocere la pizza in modo uniforme. Posizionando la pizza a circa 5 cm dal fondo, talvolta non è nemmeno necessario girarla.

Inoltre, il forno offre la possibilità di utilizzare sia una pietra refrattaria, che assorbe e rilascia il calore in modo più aggressivo ed è adatta per la cottura di pizze in teglia, focacce e pane, sia una pietra biscotto, che invece rilascia il calore in modo più delicato ed è ideale per cotture ad alta temperatura come la pizza napoletana, ed evita che il fondo si bruci prima che la parte superiore sia pronta.

Il suo design moderno ed elegante lo rende perfetto per adattarsi a qualsiasi stile di arredamento, mentre le sue dimensioni ridotte sono l'ideale per chi ha poco spazio ma non vuole rinunciare a un'ottima pizza fatta in casa.

Un ulteriore vantaggio di questo potente forno per pizza è il suo basso consumo energetico, notevolmente inferiore rispetto ad altri modelli presenti sul mercato.

Ariete 909 pizza in 4 minuti, Forno per pizza a 400 gradi

Quando si parla di forni per pizza da utilizzare in casa, Ariete è certamente uno dei brand più importanti a disposizione in Italia. L’utilizzo di questo modello ti permetterà di gustare una vera pizza napoletana direttamente a casa tua, rendendola soffice e croccante grazie ai 400 gradi che questo dispositivo può permetterti di raggiungere, ovviamente in condizioni di sicurezza.

Per quanto concerne i materiali utilizzati, troviamo una ottima pietra refrattaria, realizzata con materiale resistente ad altissime temperature. La pietra ollare ti assicurerà una cottura veloce, costante e uniforme, garantendoti così l’ottenimento di pizze prelibate in pochi minuti.

Ottima anche la sua versatilità.

H.Koenig NAPL350

Un altro dei migliori forni per pizza fatta in casa è il H.Koenig NAPL350, un modello con temperatura regolabile fino a 350° e realizzato con un piatto di cottura in ceramica che consente di preparare ottime pizze in soli cinque minuti. Il diametro della pizza è di 32 centimetri e la cottura può essere controllata in ogni momento tramite la comoda finestra di cottura. È anche possibile impostare un timer da 0 a 15 minuti per avere un maggiore controllo sulla preparazione. Questo modello offre anche una comoda funzionalità di stop automatico, maniglie resistenti al calore e tanti accessori, tra cui una rotella per tagliare la pizza e una comoda paletta di legno per servirla.

G3Ferrari G10032 Forno Pizza Plus

Il Forno Pizza Plus di Ferrari è sicuramente una buona alternativa sia per i cuochi neofiti che per quelli più provetti. Dotato di un sistema di cottura esclusiva con 2 pietre refrattarie naturali di 31,6 cm di diametro, può garantire una cottura sana degli alimenti, con la possibilità di cuocere una pizza in soli 5 minuti.

Oltre alle pizze, potrai usare il forno anche per poter preparare velocemente dolci, carne, toast, biscotti, focacce e tanto altro. Ottima la resa energetica, e la possibilità di contenere la produzione di odore e di fumo.

KLARSTEIN Diavolo - Forno a Pellet per Pizza

Rimaniamo ancora in casa KLARSTEIN per un forno un po' più avanzato, che ci ha convinto davvero tanto: un accessorio a pellet, per poter preparare rapidamente e con grande efficacia pizze e altri prodotti da forno.

Utilizzabile all’aperto senza bisogno di rete elettrica, sarà sufficiente mettere i pellet nel contenitore sul retro e accenderli con un accendino di sicurezza dai fori di ventilazione. La temperatura potrà essere controllata con il termometro fino a 430 gradi, mentre l’alloggiamento in acciaio inox offrirà una rapida distribuzione del calore.

Versatile e pratico, facilmente pulibile, è un forno un po' più avanzato dei precedenti.

Ooni Karu 16

Infine andiamo ad analizzare il Ooni Karu 16, un forno per pizza fatta in casa ibrido, che può cuocere a legna, a carbone o a gas a seconda delle esigenze. Nell'ultimo caso è necessario acquistare separatamente il bruciatore di gas Ooni.  Il modello Karu 16 raggiunge una temperatura di 500°C in soli 15 minuti e offre una pizza perfetta in soli 60 secondi. Si tratta di uno strumento che fa della precisione il suo punto di forza: il corpo è compeltamente isolato e il termometro digitale consente di controllare la temperatura in qualsiasi momento. La nuova tecnologia ViewFlame implementata nello sportello del forno in vetro permette di guardare e controllare la pizza durante la cottura senza alterare in alcun modo la temperatura del forno.  Ci sono poi altre funzionalità molto innovative, come la ventilazione ottimizzata per regolare la temperatura e l'efficienza del combustibile, che rendono Ooni Karu 16 il forno per pizza più avanzato della categoria.

Come scegliere il giusto forno per cucinare la pizza a casa

Cominciamo subito con il ricordare che il forno a legna è uno strumento molto flessibile da introdurre nel proprio appartamento, considerato che non solo può darci una mano a cuocere delle ottime pizze, ma può essere utilizzato anche per poter preparare altri ghiotti alimenti, come ad esempio il pane, molto dolci e così via.

Disponibile in tantissimi modelli, dimensioni, forme e caratteristiche tecniche, alimentato a legna o a gas, con o senza ruote per garantirne lo spostamento o lasciarlo fisso sul terrazzo o nel giardino, rappresenta dunque un prodotto davvero utilissimo.

Foto di pizza, Depositphotos
Foto di pizza, Depositphotos

Tuttavia, il mercato è sempre più denso di alternative e, come tale, potrebbe esporti a qualche complessità: nelle prossime righe, dunque, cercheremo di valutare insieme quali sono i principali criteri per la scelta di un forno per pizza.

L’alimentazione del forno per pizza

Un primo aspetto importante da considerare riguarda il tipo di alimentazione del tuo forno per pizza. Molti appassionati ritengono che non ci sia nulla di paragonabile al sapore conferito da un forno a legna, il quale può offrire risultati veramente straordinari in termini di gusto.

Tuttavia, è fondamentale tenere presente che un forno a legna per pizza è anche il più impegnativo da gestire, poiché richiede l'utilizzo di specifici materiali e una gestione attenta della fiamma per ottenere una cottura perfetta. Questo significa che potrebbe non essere la scelta migliore se stai cercando una soluzione più pratica e comoda.

In alternativa, un forno per pizza a gas rappresenta una scelta più gestibile e in grado di offrire prestazioni simili a quelle di un forno a legna. Accenderlo e controllarlo è più semplice e richiede meno attenzione costante.

Se desideri qualcosa di ancora più pratico e adatto all'uso in casa, un forno elettrico per pizza potrebbe essere la soluzione ideale. Questi forni sono ideali per ambienti chiusi, poiché producono poche emissioni e offrono un controllo preciso della temperatura.

Se, invece, hai spazio limitato, potresti considerare un forno multifunzione, che combina le funzionalità di un forno per pizza con quelle di un barbecue e di un affumicatore, offrendoti una versatilità ineguagliabile.

In sintesi, la scelta del tipo di forno per pizza dipende dalla disponibilità di spazio, dal livello di attenzione che desideri dedicare alla cottura e dalla necessità di utilizzarlo in interni o esterni. Ognuna di queste opzioni ha i suoi vantaggi e può garantire ottime prestazioni.

La potenza del forno per pizza

Un altro elemento che non potrà che condizionare la scelta del tuo prossimo forno a legna sarà rappresentato dalla potenza.

Ricorda che la cottura della pizza deve avvenire per qualche minuto (meno di 5), in un forno che possa raggiungere le temperature di circa 350 – 400 gradi, che non è certamente raggiungibile dalla maggior parte dei forni domestici più tradizionali.

Ecco perché la scelta della giusta potenza è un fattore davvero importantissimo: forni poco potenti potrebbero impedirti di raggiungere i risultati più apprezzabili e, dunque, potrebbero tramutarsi in veri e propri flop se sei alla ricerca di una pizza che possa essere paragonata a quanto prodotto dalla pizzeria più vicina a casa.

L’isolamento della camera di cottura nei forni per pizza

Altro elemento che finirà per il fungere da discriminante è rappresentato dall’isolamento della camera di cottura del forno per pizza.

Ricorda che è fondamentale scegliere un forno per pizza che abbia una camera di cottura in grado di garantire una diffusione omogena del calore, perché solamente in questo modo riuscirai ad aggiudicarti una temperatura pienamente costante.

Sempre a proposito di temperatura, un altro criterio che dovrebbe impegnarti in sede di ricerca è quello della temperatura delle pareti esterne: assicurati che la dispersione del calore dell’impianto sia molto limitato e che, dunque, il calore trasmesso all’esterno tramite le pareti sia piuttosto contenuto, lasciando così le pareti solo poco tiepide.

Analisi delle differenti tipologie di forni per pizza da casa

forno pizza fatta in casa in giardino

Forno per pizza a legna

Partiamo col dare un'occhiata alle caratteristiche principali di un forno per pizza a legna.

Il forno a legna per pizza è noto per la capacità di generare un calore intenso, che favorisce una migliore caramellizzazione degli zuccheri presenti nell'impasto. Questo è ciò che conferisce alla pizza cotta in un forno a legna quel sapore unico che difficilmente può essere eguagliato dai forni elettrici.

Inoltre, grazie all'elevata temperatura che questa tipologia di forno è in grado di raggiungere, i tempi di cottura sono notevolmente ridotti rispetto ad altri tipi di forni.

Tuttavia, l'uso di un forno a legna non è privo di sfide, soprattutto per coloro che non hanno esperienza in materia. È necessario un controllo attento per ottenere una cottura perfetta, poiché la temperatura e il tiraggio possono essere regolati solo aprendo o chiudendo la porta del forno.

In generale, se mantieni la porta chiusa, la fiamma sarà meno intensa, poiché avrà meno ossigeno a disposizione per bruciare. In questo caso, la pizza cuocerà principalmente per convenzione e conduzione. Se, al contrario, mantieni la porta aperta, la fiamma sarà più viva e la pizza diventerà più croccante. Tuttavia, non tutti sono in grado di gestire questa tecnica con perizia, e preferiscono optare per soluzioni più semplici, come quelle che esamineremo nelle prossime righe.

Inoltre, i forni a legna richiedono una manutenzione frequente, tra cui la rimozione delle ceneri e la pulizia del forno.

Forno per pizza a gas

Se i punti di svantaggio di cui sopra hanno avuto il sopravvento su di te, ti consigliamo di puntare sul forno per pizza a gas.

Questo forno, come avrai capito, funziona attraverso l’uso di una bombola a butano o a propano, oppure attraverso la connessione diretta all’impianto del gas cittadino.

A differenza del forno a legna, il forno per pizza a gas è notevolmente più facile da utilizzare poiché non richiede un preriscaldamento. La sua messa in funzione è altrettanto semplice: è sufficiente premere un pulsante e regolare la temperatura tramite manopole o un display digitale, il che consente di gestire con precisione la temperatura desiderata, evitando errori.

Tuttavia, bisogna tenere presente che i forni a gas non sono privi di alcune limitazioni. In particolare, specialmente se il tuo forno a gas non è di alta qualità, potresti avvertire un leggero odore di gas, il che potrebbe rendere l'esperienza di cottura meno piacevole.

Nel complesso, il forno a gas è un'opzione che potrebbe attrarre molte persone, grazie alla sua facilità d'uso e alla manutenzione relativamente semplice: poiché non produce cenere, sarà sufficiente una spazzolata per pulire i suoi componenti.

Forno per pizza multifunzione

Come abbiamo anticipato, una buona alternativa utile per chi non ha molto spazio da dedicare al forno per pizza, è quello del forno multifunzione, ovvero di elettrodomestici che permettono di unire in un unico impianto più finalità di cottura.

Una delle più tradizionali forme di forno multifunzione è quello che combina le funzioni di un barbecue da esterno, con un sistema da forno con elevata temperatura e cottura su pietra refrattaria. Di norma questi modelli sono piuttosto compatti e, essendo dotati di ruote, possono essere facilmente trasportati laddove occorre, come ad esempio può avvenire sul giardino, sulla terrazza o  su un balcone ampio.

Forno per pizza elettrico

Ultima alternativa, della quale ci occuperemo tornando con i migliori modelli che sotto puoi trovare, è quella del forno elettrico.

Come puoi ben immaginare, si tratta di un forno utilizzabile anche all’interno, alimentato con l’energia elettrica, e di facilissima gestione.

Accessori per forni a pizza

fornetto per pizza

Generalmente chi compra un forno per pizza desidera poter gestire in maniera ancora più appagante questo impianto, e finisce con il circondarsi di utili accessori che potranno migliorare la preparazione degli alimenti in diversi momenti prima, durante e dopo la cottura della pizza.

Anche in questo caso, non avrai che l’imbarazzo della scelta. Tuttavia, se per il momento sei alla ricerca dell’essenziale, ti consigliamo innanzitutto di reperire:

  • un carrello con ruote, che ti sarà molto utile per poter trasportare – qualora occorre – il forno per pizza da un luogo all’altro del giardino o del terrazzo. Naturalmente, se hai optato per un forno da interno, potrai farne a meno e stanziare magari questa quota di budget per altri accessori di tua maggiore utilità;
  • la pala per pizza, vero e proprio simbolo di ogni pizzaiolo che si rispetti. Ti servirà infatti per poter informare e togliere la pizza dal forno in condizioni di piena sicurezza. Generalmente le pale per pizza sono in legno, ma se vuoi ricorrere a qualche materiale alternativo, potrai optare per quelle in acciaio o ancora per quelle in alluminio;
  • la spazzola per forno, dotata di raschietto, che ti permetterà di eliminare ogni residuo di pizza che è rimasto sul forno, e in questo modo limitare il fumo e l’odore di bruciato che potrebbero rendere la tua esperienza di cottura meno piacevole, e il risultato finito meno eccellente;
  • la fodera protettiva, che ti consentirà di mettere a riposo il forno in luogo asciutto in quei periodi in cui non è utilizzato.
Seguici su Telegram per ricevere le migliori offerte

Chi siamo?

CasaHiTech è il luogo in cui troverai notizie, approfondimenti e guide riguardanti l’uso della tecnologia nelle abitazioni.
Entra nello staff
COPYRIGHT © 2023 OUTOFBIT P.IVA 04140830243, TUTTI I DIRITTI RISERVATI.
crossmenu linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram