Tempo liberoVideo

Qual è la differenza tra Google TV e Android TV?

Google TV

Google TV e Android TV sono sinonimi o si tratta di due dispositivi distinti? Sempre più televisori supportanto queste due tecnologie, in apparenza identifiche. In realtà si tratta di due cose totalmente diverse, anche se molte persone tendono a confondersi.

Questo può portare a incomprensioni che rendono la vita particolarmente difficile agli utenti meno esperti.

Google TV

Alla scoperta di Google TV

Quando si fa riferimento a Google TV, si parla infatti di una nuova interfaccia che va a sostituirsi al classico launcher di Android TV. In poche parole, è una sorta di aggregatore in grado di interfacciarsi con vari servizi, per poter facilitare la ricerca di un qualunque contenuto streaming (sia esso una serie TV Netflix o un film presente su Prime Video). In questo modo è possibile bypassare le singole app, andando direttamente dritti al punto con il contenuto di cui si intende fruire.

Ovviamente, Google TV non è solamente un tool per la ricerca. Esso infatti, offre una serie di suggerimenti basati sui precedenti film/serie TV visionati e sulle relative piattaforme. Apprezzabile anche una lista, detta watchlist, che permette di salvare i contenuti preferiti (anche in questo caso, a prescindere dal servizio che offre lo streaming).

Tra i tanti servizi supportati da Google TV vi sono:

  • Amazon Prime Video
  • Disney NOW
  • Disney+
  • Fox Now
  • Hulu
  • HBO Go
  • HBO Max
  • Lifetime
  • MTV
  • NBC
  • Netflix

e tanti altri.

Cos’è Android TV?

Android TV, dal canto suo, è una vera e propria piattaforma per smart TV sviluppata e prodotta da Google. Attraverso l’omonimo sistema operativo, la piattaforma permette di sovrapporre un’interfaccia utente interattiva all’abituale gestione della TV. Il sistema è stato lanciato sul mercato il 25 Giugno 2014, andando a sostituire il suo predecessore, chiamato Google TV (da qui nascono la maggior parte di incomprensioni).

Uno dei vantaggi più evidenti offerti dall’interfaccia è l’accesso al Google Play Store, che consente di utilizzare sul televisore app legate allo streaming (come Netflix e Hulu) ma anche videogiochi realizzati principalmente per l’ambiente Android.

Altra caratteristica degna di nota, è la possibilità di configurare Android TV in modo che sia gestibile attraverso i comandi vocali, collocando tale piattaforma perfettamente nel contesto di un’abitazione smart.

L’interfaccia di Android TV

L’interfaccia presentata da Android TV è caratterizzata da una suddivisione in tre distinte sezioni verticali:

  1. Una porzione dello schermo è dedicata ai suggerimenti
  2. La porzione centrale, con tutte le applicazioni multimediali installate
  3. La parte più bassa, infine, è dedicata al gaming

Per gestire l’interfaccia di Android TV è possibile utilizzare un telecomando apposito, un controller di gioco o anche il proprio smartphone Android (attraverso un’apposita applicazione).

Potrebbero interessarti
IntrattenimentoTempo liberoVideo

Come ripristinare le impostazioni di fabbrica di un dispositivo Roku

IntrattenimentoVideo

Cos'è la gamma di colori gamut?

Dispositivi smartVideo

Amazon Echo Show 10 vs. Echo Show 15: qual è il migliore?

IntrattenimentoTempo liberoVideo

Quali sono i problemi più fastidiosi di Netflix e come risolverli