Consigli per gli acquistiElettrodomesticiGuide e How-To

Migliori lavatrici Smart e connesse: guida all’acquisto

lavatrice con app per smartphone

Vuoi ottenere un bucato perfetto? Allora la lavatrice non può che rappresentare un elettrodomestico fondamentale. E non è certo un caso che costituisca uno dei prodotti più presenti in ambito domestico!

Tuttavia, con una gamma di alternative così varia e così diversificata a disposizione, potrebbe non essere semplice scegliere le migliori lavatrici Smart e connesse da usare. Dimensioni, numero di giri della centrifuga, capienza, consumi energetici, capacità di gestione “intelligente”, sono solamente alcuni dei parametri che ti troverai a dover valutare e comparare.

Proprio per poterti facilitare questo compito, abbiamo voluto condividere con te e con tutti i nostri lettori qualche consiglio sui criteri di selezione delle migliori lavatrici, e su quali siano i migliori esemplari che non devi assolutamente sottovalutare se vuoi installare a casa tua un prodotto all’avanguardia, che renderà il tuo bucato più facile e pulito!

Guida alla scelta della lavatrice smart

migliori lavatrici smart

La modalità di carica

Una prima determinante che potrebbe influenzare la tua scelta è la modalità di carico che, a sua volta, spesso è in grado di influenzare le dimensioni e, dunque, lo spazio da occupare in casa.

Ebbene, attualmente in commercio esistono lavatrici con tre diverse modalità di carica. La prima e più tradizionale è intuibilmente la carica frontale, che si accompagna alla disponibilità di una profondità altrettanto tradizionale, pari a circa 55 – 60 centimetri. La seconda è la carica dall’alto, che risulta essere particolarmente utile nelle occasioni in cui c’è poco spazio o in situazioni particolari. La terza è poi la soluzione più ristretta, ovvero la carica frontale con dimensioni slim, che sarà di gradimento soprattutto per quelle persone che non desiderano rinunciare alla carica frontale ma non hanno a disposizione troppo spazio in profondità nel locale in cui desiderano installare la lavatrice.

Chiarito ciò, dobbiamo condividere una triste verità. Considerato che la maggior parte degli acquisti si orienta nella prima tipologia (carica frontale + dimensioni standard), è proprio su questa tipologia di elettrodomestici che si concentrano i maggiori investimenti, le principali innovazioni e, dunque, i migliori risultati. È anche per questo motivo che probabilmente vedrai una minore scelta di modelli – ad esempio – slim con carica dall’alto. Ed è anche per questo motivo che di norma, a parità di altre condizioni, questi modelli alternativi rispetto ai tradizionali non riescono ancora a competere pienamente per quanto concerne alcune loro specifiche performance, come il lavaggio.

Insomma, se vuoi entrare in una corsia che ti garantisce una buona soglia di innovazione continua, probabilmente dovresti puntare sui modelli tradizionali, con carica frontale, con numero di giri elevato e capacità di carico non minimale. Ovvero, su modelli con 1.200 giri e almeno 6-7 kg di carico. Questo non significa che tu non possa trovare ottime soddisfazioni anche con gli altri modelli, ma probabilmente troverai meno scelte, e a più caro prezzo.

Il numero dei giri

Considerato che ne abbiamo appena fatto cenno, cerchiamo brevemente di soffermarci sul numero dei giri, un’altra determinante piuttosto importante per la scelta della tua migliore lavatrice connessa e smart. Che cosa si intende?

Il numero dei giri si riferisce evidentemente al numero di giri della centrifuga. Come puoi facilmente riscontrare facendo un giro in un qualsiasi negozio o dando uno sguardo agli ecommerce di settore, in commercio ne puoi trovare di varie tipologie.

Generalmente, per poter avere un risultato almeno “decente” dovrai partire da almeno 800 giri al minuto, anche se lo standard è rappresentato dai 1.000 e dai 1.200 giri. Puoi naturalmente anche trovare dei modelli da 1.400 e 1.600 giri, che sono meno diffusi e più costosi.

Ma quanto ti conviene “spingere” su questo criterio di scelta? In realtà, una triste verità è che superati i 1.200 giri al minuto i benefici per la pulizia del bucato non aumentano in misura troppo notevole. Insomma, puntare su modelli a 1.400 o 1.600 giri potrebbe non farti vedere delle sensibili differenze rispetto ai 1.200 giri.

In aggiunta a ciò, ti invitiamo a riflettere sul fatto che più una lavatrice macina “giri al minuto”, e più potrebbe determinare dello stress meccanico. Dunque, o la lavatrice è “buona” (cioè, ha una ottima qualità di tutti i componenti), oppure corri il serio rischio di generare più pregiudizi che benefici.

Infine, ti invitiamo a valutare il fatto che la velocità di centrifuga incide solamente sulla quantità di acqua estratta dal bucato a fine lavaggio (la centrifuga, appunto!). Il che, però, non ti impedisce certamente di dover ricorrere a un’asciugatura naturale, come quella di un tradizionale stendino, o artificiale con l’asciugatrice.
Insomma, anche se non è certamente sottovalutabile, non considerare questo criterio come il più importante nella tua scelta.

La capienza massima

Altro elemento che spesso genera un po’ di apprensione in chi si sta trovando nelle condizioni di dover confrontare due o più lavatrici di nuova generazione e Smart è rappresentata dalla capienza massima.
In realtà, si tratta di un elemento che non dovrebbe crearti tante preoccupazioni. Semmai, la prima cosa che devi fare, ancora prima di pensare all’acquisto, è ragionare sulla quantità di bucato che hai necessità di lavare ogni volta.

Dunque, non lasciarti “ingannare” dalle proposte che i produttori avranno modo di farti. Il loro obiettivo è farti spendere di più e, proprio per questo motivo, ti spingeranno verso lavatrici sempre più capienti, con le quali magari poter lavare piumini e coperte voluminose.

Ma ti serve veramente una lavatrice che possa lavare tutto questo? Forse no. Anzi, quasi sicuramente per te e per la tua famiglia potrebbe essere appropriata una lavatrice con una capienza da 7-8 kg, rimandando poi il lavaggio degli oggetti più voluminosi alla prima tintoria o lavanderia di prossimità.

In questo modo eviterai di acquistare una lavatrice troppo costosa, che magari non utilizzerai nemmeno alla sua capienza massima.

La sicurezza

Un elemento molto importante da tenere in considerazione quando si acquista una lavatrice è la sua sicurezza.
Per quanto attiene i sistemi di tutela, di norma le lavatrici sono provviste di misure di sicurezza anti-trabocco e anti-perdite d’acqua. In sostanza, si tratta di sistemi di scarico automatico e di blocco dell’acqua nelle ipotesi di malfunzionamento.

In aggiunta a tali elementi di base, potrebbero essere previste altre cautele che, ove presenti, non potranno che essere accolte positivamente.

Il risparmio energetico

Per fortuna di tutti i proprietari di questo elettrodomestico, la lavatrice è uno di quei prodotti che negli anni ha compiuto i maggiori passi in avanti sul fronte del risparmio energetico, riducendo notevolmente i consumi.
Per saperne di più, dai naturalmente un’occhiata all’etichetta energetica, che è obbligatoria per legge su tutti i modelli in commercio. Scoprirai in tal modo che la lavatrice che stai valutando sarà contraddistinta da una lettera che andrà dalle nuove A+++, A++, A+, che sono le classi migliori, fino a D, che indica le classi peggiori.

Naturalmente, scegliere una lavatrice con una buona classe di risparmio energetico ti permetterà di ridurre il costo in bolletta ma fai attenzione: non è questo l’unico elemento che ti permetterà di arrivare a un taglio del costo dell’uso della lavatrice! Per esempio, considerato che la lavatrice “funziona” grazie anche al riscaldamento dell’acqua, se vuoi risparmiare è bene preferire dei programmi di lavaggio che non superino i 40° C, che sono già abbastanza efficaci per rimuovere lo sporco.

Il risciacquo

Diciamolo chiaramente: il risciacquo è il punto debole della maggior parte delle lavatrici in commercio, soprattutto per lo scarso utilizzo di acqua. La maggior parte dei modelli di lavatrice in circolazione ha una funzione di risciacquo extra che può essere aggiunta al normale ciclo di lavaggio per un miglior risultato finale, ma ricorda che in questo caso aumenta – spesso, di molto! – il consumo di acqua.

La temperatura di lavaggio

Non è un criterio che dovrebbe darti grandi grattacapi nella scelta del tuo prossimo elettrodomestici. Per il bucato quotidiano sono infatti sufficienti 30-40 gradi, mentre per i lavaggi più importanti si può optare per 60 gradi. In ogni caso, tutte le lavatrici riescono facilmente a raggiungere questo genere di temperatura, garantendoti uno spettro di alternative tra le quali poi puoi scegliere la tua preferita.

Migliori lavatrici Smart: la nostra scelta

lavatrice con app per smartphone

Fin qui, una panoramica sui principali criteri di scelta delle migliori lavatrici. Ma quali sono le migliori in ambito Smart e connesse? E quali servizi aggiuntivi ti propongono? L’elenco è davvero molto ampio, ma abbiamo comunque voluto compiere uno sforzo di sintesi individuando le migliori scelte delle marche più note e apprezzate: vediamole insieme!

Lg Twin Wash

Lg Twin Wash lavatrice

Cominciamo dal prodotto Lg, che con la sua Twin Wash è entrata in grande stile nel comparto delle lavatrici Smart e connesse.

Le caratteristiche di particolare interesse di questo elettrodomestico sono davvero numerose. In primo luogo, si tratta di un dispositivo “twin”, che poggia sulla sovrapposizione di due distinte unità: la prima, più grande, con accesso frontale; la seconda, più piccola, con apertura a cassetto. Potrai utilizzarle in maniera indipendente o in modo sinergico. Pensa, ad esempio, alla grande comodità di poter usare uno scompartimento per lavare i capi colorati, e il secondo quelli delicati.

Per quanto concerne il livello di innovazione, ricordiamo che sia l’unità a cassetto che quella con carica frontale possono essere facilmente comandate mediante app per smartphone Android e iOS. Ti sarà dunque sufficiente scaricare SmartThinQ (questo il nome della app) per poter fruire di una serie di funzionalità che renderanno più facile il tuo apporto con la lavatrice, come ad esempio il controllo da remoto, l’invio di notifiche di fine ciclo di lavaggio, l’effettuazione di un check up sullo stato di salute della lavatrice, e così via.

Ti ricordiamo – anche se non è questo lo scopo del nostro focus odierno – che esiste anche una versione con asciugatrice.

Hisense Triple Washer

Hisense Triple Washer

Se due cestelli per te non sono sufficienti allora Hisense Triple Washer ti darà del filo da torcere, considerato che ti metterà a disposizione tre modalità di carico.

Hisense ha infatti un primo centrale maggiore e due superiori di dimensioni più piccole, che ti permetteranno di effettuare tre carichi differenziati distinti per tipologia, come abbiamo sopra visto con il modello di Lg. Per esempio, potrai contemporaneamente lavare in un cestello il cotone colorato, in un secondo cestello il bianco, nel terzo i delicati.

Il risultato? Una pulizia ideale, rispettosa delle diverse caratteristiche dei capi da lavare e con un notevole risparmio di acqua e di energia consumata.

Sotto il profilo delle funzionalità Smart, tutte le funzioni principali, come quelle di avvio e di arresto, possono essere controllate mediante il display touch presente sulla lavatrice o tramite l’interfaccia HiSmart, che può essere gestita da smartphone.

Samsung QuickDrive

migliore lavatrice smart Samsung QuickDrive

Un’altra ottima lavatrice Smart e connessa ci è proposta da Samsung. Il colosso sudcoreano ha diversi elettrodomestici di particolare rilievo, ma uno di quelli che sta riscuotendo il maggiore successo è QuickDrive, la cui caratteristica principale – come forse puoi ben immaginare dal nome del dispositivo, è la sua velocità.

Il “segreto” di tale celerità di azione è data dalla presenza di un particolare cestello con fondo a rotazione autonoma che permette di movimentare più bucato rispetto alle lavatrici tradizionali. Il risultato è una riduzione del 50% nei tempi di lavaggio rispetto a quanto fanno i modelli delle scorse generazioni, pur senza perdere alcuna qualità.

Tra le funzioni di maggiore intelligenza, rileviamo un’esclusiva qualità sensoriale che permette di monitorare la torbidità dell’acqua: nel caso di sporco residuo, l’opzione suggerisce alla lavatrice di allungare il ciclo di lavaggio e arrivare così al miglior risultato finale.

In aggiunta a ciò, ricordiamo come in tutti i modelli di nuova generazione Samsung sia previsto un assistente smart che permette di effettuare il miglior lavaggio possibile sulla base dei capi inclusi nei cestelli, oltre a un sistema di dosaggio automatico che è in grado di avvisare l’utente con una notifica sullo smartphone nel momento in cui il detersivo è in via di esaurimento. I più scrupolosi noteranno anche la presenza di un mini-oblò supplementare, attraverso cui è possibile aggiungere il bucato o l’ammorbidente anche mentre si sta facendo il lavaggio.

Whirlpool Supreme Care

Whirlpool Supreme Care

Passiamo dunque ai prodotti di nuovissima generazione di Whirlpool, un altro grande leader di questo comparto.
Attualmente, l’offerta di maggior rilievo è rappresentata dalle lavatrici Supreme Care, connesse via app, e facilmente gestibili anche a distanza, per una comodità senza termini di paragone.

Di fatti, attraverso questi dispositivi intelligenti sarà possibile modificare tramite app tutte le impostazioni dell’elettrodomestico, scegliere il miglior ciclo di lavaggio, avviarlo o interromperlo e tanto altro ancora. Sarà anche possibile selezionare la FreshCare, un’opzione che permetterà di mantenere freschi i capi fino a quando non sarà possibile estrarli dal cestello.

Considerata la ricchezza delle opzioni di configurazione della lavatrice Whirlpool, non possiamo non accennare brevemente al ciclo di lavaggio assistito, con possibilità di selezionare vari programmi di lavaggio per colore, tipo di tessuto, capi speciali, e tanto altro ancora.

L’ecomonitor ti permetterà altresì di impostare tutti i parametri del ciclo di lavaggio in modo efficiente e consapevole, scoprendo quanto sia facile risparmiare denaro per energia e acqua.

Lavatrice Smart Candy

Lavatrice Smart Candy

Quando si parla di lavatrici, il nome di Candy non può che essere uno dei più ricorrenti. D’altronde, parliamo di un leader riconosciuto in ambito internazionale, con una buona gamma di prodotti e una continua propensione per l’innovazione.

In particolare, la lavatrice Smart Candy si candida ad essere una delle migliori lavatrici intelligenti oggi presenti sul mercato, in grado di interagire con gli smartphone Android con funzione NFC. Sarà sufficiente scarica l’App Candy simply-Fi per sfruttare tutte le funzionalità tecnologiche Smart Touch e attivare le principali funzioni già disponibili. Ma quali sono?

L’elenco di opzioni innovative della lavatrice Smart Candy è davvero lungo, ma possiamo comunque iniziare con un breve riferimento al Voice Assistant, che permette di scegliere il ciclo ideale tramite inserimento di input vocali, o ancora alla possibilità di scaricare e avviare da smartphone nuovi programmi di lavaggio.

La funzione Smart Care permette invece di avviare auto check-up, auto-clean e risolvere automaticamente i problemi, mentre quella My Statistics fornisce all’utente statistiche di lavaggio e suggerimenti per un utilizzo più efficiente dell’elettrodomestico.

Rimane inoltre possibile ritardare la partenza del ciclo di lavaggio fino a 24 ore, e usare numerosi diversi programmi di lavaggio preimpostati, come Cotone Resistente, Cotone + Prelavaggio, EcoMix 20°, Cotone, Quotidiano 59 Min, Rapidi (14/30/44 Min), Risciacqui, Scarico + Centrifuga, Delicati, A Mano, Lana, Baby, Stiro Facile e Sintetici.

Lavatrici Home Connect Bosch

Lavatrici Home Connect Bosch

Anche Bosch è da tempo entrata nel settore delle lavatrici intelligenti mediante la sua serie HomeProfessional, una gamma di nuovi dispositivi elettronici che può facilitare – e non poco – il tuo rapporto con il lavaggio del bucato.

In particolare, la HomeProfessional, lavatrice con carica frontale standard, dispone di un sistema di dosaggio automatico intelligente legato a Home Connect, la funzione che ti permetterà di esercitare un controllo remoto attraverso smartphone o tablet PC.

Tra le altre principali funzionalità che incrementeranno il comfort nell’uso dell’elettrodomestico, il dosaggio automatico e preciso del detergente liquido, il sistema antimacchia e l’accesso a un display con chiara indicazione dei consumi di acqua ed energia.

A te la scelta!

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...
Potrebbero interessarti
Aspirapolveri e puliziaElettrodomestici

Filtro HEPA: cos'è e a cosa serve nell'aspirapolvere

Aspirapolveri e puliziaConsigli per gli acquistiElettrodomestici

5 Migliori aspirapolvere senza fili e scope elettriche

Aspirapolveri e puliziaElettrodomestici

5 Migliori alternative all’aspirapolvere Dyson

Aspirapolveri e puliziaConsigli per gli acquistiElettrodomesticiGuide e How-To

Dyson V6, V7, V8, V10 e V11: com’è cambiato l’aspirapolvere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *