Guide e How-ToIntrattenimentoTempo liberoVideo

Come scegliere il migliore preset per la propria TV

Il modo più semplice per migliorare l’aspetto della tua TV è regolare la modalità immagine sfruttando i preset. Ma qual è la migliore soluzione in tal senso? Ci sono preset appositi per godersi al meglio Sport, Cinema, Film, Giochi e altro. Passare da un preset all’altro permette di ottenere cambiamenti considerevoli per quanto riguarda  l’aspetto della TV. Quindi quale scegliere?

Tutti i televisori di ultima generazione (e non solo) offrono l’opportunità di andare a modificare alcuni parametri in maniera automatica ed abbastanza semplice. C’è però molto da fare dietro le quinte (per così dire) per utilizzare al meglio i suddetti preset. Capire come lavorano a livello tecnico ti aiuterà a trovare la modalità immagine migliore per te e per le tue specifiche esigenze.

rapporto di contrasto monitor

Qual è la modalità immagine migliore per la tua TV

Per la nostra discussione, raggrupperò Sport, Vivid e Dynamic in un gruppo e le modalità Cinema e Film in un altro. I nomi effettivi e le impostazioni precise varieranno, ma nel complesso, Sport/Vivid/Dynamic si comportano in modo simile tra loro e Film/Cinema risultano lavorare in maniera pressoché identica. Molto infatti, varia a seconda del marchio del dispositivo in uso.

La regola empirica di base è che la modalità Cinema o Film farà sembrare la TV più “accurata”. Ciò significa che renderà l’immagine il più vicino possibile a quanto previsto dal regista. Sport, Vivid o Dynamic potrebbero creare un’immagine “più incisiva” a prima vista, cambiando la sua resa e aggiungendo i cosiddetti miglioramenti all’immagine che il regista non ha contemplato, il che può effettivamente portare ad un peggioramento della qualità complessiva dell’immagine ma a colori di maggiore impatto.

Potrebbe piacerti di più l’una o l’altra opzione, ma è bene sapere cosa sta succedendo e perché determinate modalità e impostazioni potrebbero non consentire alla tua TV di funzionare al meglio.

Sono disponibili cinque impostazioni principali che possono essere regolate modificando la modalità immagine ovvero:

  • temperatura colore;
  • retroilluminazione;
  • interpolazione del movimento;
  • ottimizzatori di gamma – contrasto;
  • miglioramento dei bordi – nitidezza.

Ognuno cambia un aspetto diverso dell’immagine riprodotta su schermo. Andiamo ad analizzare ogni voce singolarmente.

Temperatura del colore

La temperatura del colore è il “colore” del bianco in un’immagine. Saprai come alcune lampadine sembrano bluastre, mentre altre sembrano giallastre o con colori “più caldi”? Si tratta della stessa cosa.

Le modalità Sports e Vivid optano per un bianco più freddo e bluastro che sembra risaltare di più alla vista. Cinema e film optano per una temperatura di colore più calda. Tecnicamente, la temperatura del colore più calda è quella generalmente corretta, poiché è quella utilizzata più spesso dalle persone che hanno realizzato il programma TV o il film che stai guardando.

A prima vista, la modalità Film/Cinema apparirà molto rossastra, ma probabilmente è molto più accurata. Il tuo occhio/cervello si abitua alla temperatura del colore, quindi “freddo” sembra corretto, “caldo” sembra troppo rosso. Ma dopo aver visto la modalità “calda” per alcuni minuti, il freddo sembrerà tendere troppo al blu.

Inoltre i colori più caldi tendono ad affaticare meno la vista sul lungo periodo, soprattutto se si guarda la televisione durante le ore serali o comunque in condizioni di scarsa illuminazione.

Retroilluminazione

La retroilluminazione è la più semplice da spiegare in quanto aumenta la luminosità complessiva del televisore. In tal senso si passa da un display che sembra quasi spento a uno che infastidisce la vista perché troppo luminoso.

È fondamentale sapere dove si trova questo controllo, separato dalle modalità immagine, in modo da poterlo abbassare di notte. L’affaticamento degli occhi causato dalla visione della TV è spesso dovuto a una luminosità eccessiva (ancor più che dalla già citata temperatura del colore).

I televisori OLED non hanno una retroilluminazione, sebbene la maggior parte abbia un’impostazione chiamata Luce OLED che può attenuare la luminosità dell’intero pannello.

LG OLED55C14LB

Interpolazione del movimento

L’interpolazione del movimento è ciò che fa la tua TV per ridurre il motion blur creato dalla TV stessa.

I televisori moderni utilizzano la tecnologia LCD o OLED. Entrambi possono sfocare le immagini quando viene riprodotto un movimento rapido. Utilizzando una frequenza di aggiornamento più elevata e creando nuovi fotogrammi video, questa sfocatura può essere ridotta. In modalità Sport e Vivid, questa elaborazione è probabilmente impostata su un valore piuttosto alto per trasmettere un maggior senso di movimento.

In modalità Cinema o Film, potrebbe esserci meno interpolazione del movimento (o nessuna, utilizzando invece l’inserimento di fotogrammi neri), con conseguente aspetto più tradizionale ed una migliore resa dei dettagli.

Gamma

Quando si parla di Gamma in ottica modalità immagine TV, si definisce un parametro un po’ più complesso da spiegare. Si tratta di un parametro che ha un effetto notevole sulla luminosità complessiva dell’immagine.

In sostanza, è quanto sono scure le parti scure e quanto sono luminose le parti luminose. Un po’ come regolare la luminosità e il contrasto nelle impostazioni dell’immagine. In generale, le modalità Sport/Dynamic/Vivid portano l’intera immagine ad avere una Gamma elevata, facendo sembrare la stessa più luminosa. Il risultato è quello di rendere gli oggetti particolarmente chiare e i dettagli delle ombre più scuri.

Per la TV in diretta, come lo sport, va bene come impostazione. Con film e programmi TV, tuttavia, tutto ciò può essere non apprezzabile dal nostro occhio. La modalità Film/Cinema apparirà più fioca, ma conserverà i dettagli luminosi e avrà ombre più profonde e realistiche.

Nitidezza

La nitidezza, in realtà, non aggiunge particolari dettagli all’immagine. Invece, aggiunge quello che viene chiamato miglioramento dei margini. Questo significa che una nitidezza elevata tende ad accentuare i bordi degli oggetti, a scapito dei dettagli precisi.

I contorni dell’immagine riprodotta, se troppo nitida, tende ad avere dei margini che sembrano “artificiali”, difficili da apprezzare. In effetti, la maggior parte dei televisori ha un aspetto migliore con questo parametro quasi disattivato. Anche in questo caso, Sport/Dynamic avrà la nitidezza e il miglioramento dei bordi impostati su alto, Film/Cinema su basso.

Modalità gioco

In questo articolo ci stiamo concentrando sulle TV in ottica riproduzione film/serie TV. Al giorno d’oggi però, questi dispositivi sono utilizzati anche con le console da gioco. Per questo motivo, la modalità gioco è sempre più diffusa su televisori di tutti i marchi.

Questa tende a ridurre il ritardo di input tra la pressione del pulsante sul controller e la relativa azione sullo schermo. Può fare una grande differenza a seconda della tua TV e del tipo di gioco che stai provando. La modalità di gioco apporta anche modifiche all’immagine e alcuni televisori, in particolare i nuovi modelli LG come il C1, consentono un’ulteriore messa a punto all’interno della modalità di gioco.

Oltre la modalità immagine: le singole regolazioni

Ora che hai capito quale modalità immagine dovresti prediligere, ti consiglio vivamente di dedicare qualche minuto in più alla regolazione delle impostazioni effettive dello schermo. Contrasto, luminosità e colore, tutti questi potrebbero richiedere alcune regolazioni, indipendentemente dalla TV che hai acquistato.

Per la spiegazione completa di come funzionano e come regolarli però, ogni marchio e singolo prodotto fanno storia a sé.

Risoluzione TV

E la calibrazione del televisore?

C’è un altro modo per ottenere il massimo dalla tua TV: la calibrazione. È qui che un professionista qualificato viene a casa tua e utilizza attrezzature specializzate per regolare cose come la temperatura del colore e (in molti casi) la precisione del colore.

A seconda della TV, questo potrebbe essere un miglioramento piccolo o grande, ma è importante ricordare che tutto ciò che un calibratore farà è controllarle e regolare la temperatura del colore o precisione del colore. Non trasformerà una TV da pessima in uno schermo di alto livello, ma migliorerà decisamente la resa dell’immagine. Naturalmente, un tecnico specializzato ha un costo.

Per chi è più esperto e vuole cimentarsi nella calibrazione della propria TV, esistono degli strumenti appositi per questo scopo.

In conclusione: usa la modalità Film per un’immagine accurata

Poiché è quasi sempre il più vicino alla riproduzione voluta dal regista, consigliamo sempre di iniziare a usare una TV con la modalità Cinema o Film. Se sei abituato alla tua TV in modalità Vivid o Sport, Cinema o Film apparirà con colori più morbidi e rossastri. Ma questa è la tua mente che gioca brutti scherzi, perché la realtà è che le modalità Sport/Vivid/Dynamic sono tendenti al blu. Guarda la modalità Cinema per alcuni giorni e vedrai cosa intendo quando controlli di nuovo Vivid.

Ovviamente poi, la modalità migliore dipende dalle preferenze personali. Spero che questa guida ti abbia almeno dato un’idea di cosa fa ogni modalità in modo da poter trovare quella preferenza personale.

Potrebbero interessarti
Consigli per gli acquistiIntrattenimento

Quale Amazon Fire TV Stick dovresti acquistare?

IntrattenimentoTempo liberoVideo

Come ripristinare le impostazioni di fabbrica di un dispositivo Roku

IntrattenimentoVideo

Cos'è la gamma di colori gamut?

AudioGuide e How-ToIntrattenimento

Come utilizzare HomePod e HomePod mini con Apple Music