Aspirapolveri e puliziaConsigli per gli acquistiElettrodomestici

Confronto Dyson v10 e v11: qual è il migliore? quale acquistare?

dyson v10 e v11 a confronto

Quando abbiamo recensito più da vicino il nuovo aspirapolvere senza fili Dyson V11 abbiamo, anche un po’ per forza di cose, anticipato una sorta di confronto fra i vari modelli e con il modello immediatamente precedente, ovvero il Dyson v10. Questo è un dubbio che si ripropone ogni volta che viene presentato un nuovo modello. Nel settore della tecnologia è abitudine chiedersi se vale la pena acquistare l’ultimo uscito o se, invece, ha più senso rimanere fedeli al modello precedente se non addirittura scegliere di acquistare proprio quello.

Vecchio e nuovo, pro e contro

dyson v11 modalità eco

Questo tipo di riflessione non è banale o scontata, specie se si considera quello che accade ai prezzi di listino ogni volta che viene presentato un nuovo modello. L’ultimo arrivato, quasi anche per giustificare la novità, ha un prezzo di partenza particolarmente alto, mentre viceversa, i modelli precedenti hanno un ribasso significativo del prezzo di listino. Questo aumento della forbice dei prezzi ci pone dinnanzi al dilemma su quale sia il dispositivo più conveniente. Ragione per cui ci vogliamo avventurare in questo confronto tra il Dyson v10 e il v11.

Molto spesso, infatti, la convenienza non equivale al prezzo più basso, ma è vero anche che altrettanto spesso non conviene acquistare un nuovo modello appena uscito. Specie se le differenze tra i due modelli non giustificano quella divergenze sui prezzi. Nel caso del confronto tra il Dyson v10 e il v11, quindi, è importante e utile capire quanto il v11 migliori il v10 e soprattutto quanto questa evoluzione tecnologica sia utile per l’utilizzo che dobbiamo farne in casa nostra.

Dopo questa, doverosa, premessa possiamo entrare nel dettaglio e mettere a confronto il Dyson v10 e il Dyson v11.

Design

confronto dyson-v10-vs-v11

Essendo stati rilasciati a distanza di un anno l’uno dall’altro (il v10 a marzo 2018 e il V11 a marzo 2019) la differenza del design è molto ridotta, a tratti quasi nulla. Anzi è molto probabile che il progetto base e il modello di costruzione sia lo stesso e su questo siano state elaborate le (poche) modifiche estetiche del Dyson v11. Entrambi i modelli hanno la stessa capienza del serbatoio della spazzatura, la medesima testina di pulizia multi-superficie Torque Drive, lo stesso filtro HEPA e lo stesso motore digitale che raggiunge una velocità di 125000RPM.

Una differenza evidente è data dalla presenza del display, posizionato sul retro del motore del Dyson v11. Il display cambia in funzione del modello di aspirapolvere. È infatti LCD sul Dyson v11 Torque Drive, mentre è LED sul v11 Animal. Il display del v11 Torque Drive mostra quale modalità di pulizia si sta utilizzando, i minuti residui della batteria e anche dei video che indicano come pulire correttamente l’aspirapolvere o come migliorarne l’utilizzo. Sul display del v11 Animal, invece, non ci sono i video e l’autonomia è stimata e non effettiva.

Dimensioni e peso

Anche se minime alcune differenze tra il v10 e il v11 le troviamo per quel che riguarda le dimensioni e il peso di questi due aspirapolvere. Il v10 ha un’altezza di 124.96cm, una lunghezza di 24,89cm e una profondità di 25.65cm. il v11, invece, ha un’altezza di 128.52cm, una lunghezza di 24.89cm e una profondità di 26.16cm. Un’altra differenza è data dal peso, con il v10 che con i suoi 2.63kg risulta più leggero del v11 che pesa 3.03kg.

Funzionamento

dyson v10 e v11 a confronto

Anche dal punto di vista dell’azionamento e del funzionamento il confronto tra il Dyson v10 e il Dyson v11 mostra come questi siano due modelli similari. Entrambi infatti utilizzano l’interruttore Trigger che avvia l’aspirazione solamente quando è premuto (per aumentare l’autonomia della batteria). Tutti e due i modelli utilizzano il sistema di rilascio rapido degli strumenti e degli accessori, dimostrando come il sistema di progettazione sia il medesimo.

Un cambiamento significativo è dato dalla presenza di una modalità di aspirazione intelligente, presente solamente nel Dyson v11. Tramite questa funzione è l’aspirapolvere stesso che decide come lavorare, in base all’analisi della superficie e del tipo di sporcizia, in modo da ottimizzare sia la pulizia che il consumo energetico.

Infine è da segnalare come entrambi i modelli siano concepiti con un design 2-in-1 che permette di utilizzarli sia come aspirapolveri tradizionali che come aspirapolveri portatili.

Pulizia

Passiamo ora in analisi il sistema di pulizia dei due aspirapolvere Dyson, che è probabilmente uno dei nodi principali per dirimere la questione su quale sia il migliore tra i due modelli che stiamo confrontando. Entrambi i modelli utilizzano il sistema Design Cyclone di Dyson che assicura un’aspirazione potente.

Una differenza importante, invece, la troviamo nella testina di pulizia Fluffy, progettata per la pulizia dei pavimenti in legno. Questa particolare testina è però presente solamente nel Dyson v10 Absolute e manca, in maniera anche un po’ inspiegabile, nel v11. L’unica consolazione in questo senso, per chi volesse utilizzare questa testina, è quella di acquistarla separatamente come accessorio. Il v10 e il v11 hanno lo stesso sistema di attacco e quindi gli accessori sono intercambiabili.

Non ci sono differenze, invece, nella spazzola Torque Drive che in entrambi i casi utilizza un sistema di spazzole a spirale che si rivela ottima per la pulizia delle fibre dei tappeti.

I test effettuati mostrano come tra i due modelli non ci siano moltissime differenze nell’efficacia della pulizia. Qualche risultato maggiore è da registrare nel v11, ma trattandosi di due modelli eccellenti nell’uso quotidiano tali differenze sono veramente minime e a tratti anche impercettibili.

Manutenzione

dyson-v11 filtro hepa

Nell’analisi, e quindi anche nel confronto, di un’aspirapolvere si devono considerare anche i costi di manutenzione. Sia per il v10 che per il v11 essi sono quasi pari a zero essendo entrambi i modelli dotati di un filtro HEPA che, salvo danneggiamenti, può essere utilizzato a vita potendo lavare in casa. Il consiglio è quello di lavarlo in acqua fredda almeno una volta al mese, per assicurare sempre una perfetta aspirazione.

Autonomia

Forse la differenza maggiore, e che può far pendere l’ago della bilancia, tra il v10 e il v11 è relativa all’autonomia di questi due aspirapolvere. Entrambi hanno un’autonomia di circa 60 minuti, ma il v11 permette di ottimizzare i consumi e, con la selezione di un diverso programma, può arrivare tranquillamente anche a 80 minuti. Inoltre c’è da dire che il Dyson v11 ha un sistema di controllo intelligente dell’autonomia che, oltre a essere visualizzabile sul display, gestisce in automatico la potenza del motore, in base al tipo di sporcizia e di pavimento. Questo sistema permette di aumentare l’autonomia del v11 rispetto a quella del v10.

Rumorosità

Anche per quel che riguarda la rumorosità le differenze tra i due modelli sono minime, ma ci sono. Il Dyson v10 si stabilizza tra una rumorosità minima di 75db a una massima di 83db. Il v11, invece, non supera i 78db della modalità Boost e arriva anche a 70db nella modalità Eco.

Accessori

Dyson-V11-Absolute spazzole ed accessori

Proseguiamo questo confronto tra il Dyson v11 e il v10 vedendo anche quali sono gli accessori presenti nelle rispettive confezioni. Partiamo da quelli comuni a entrambi i modelli e sono:

  • il caricabatterie;
  • la prolunga d’aspirazione;
  • il supporto per agganciare l’aspirapolvere al muro;
  • il tubo rigido;
  • il sistema di spazzole motorizzate;
  • il sistema di combinazione per l’aspirazione.

Le differenze le troviamo invece nella presenza del Brushroll Direct-Drive, della spazzola Fluffy (solo nel v10) e della spazzola per spolverare, presente in tutti i modelli v10 e solamente nel v11 Torque Drive. Infine il v11 integra la spazzola Stubborn Dirt a setole rigide, utile per pulire lo sporco più secco.

Conclusione del confronto fra Dyson V11 e Dyson V11

confronto dyson-v10-vs-v11 motore e contenitore

Alla fine di questo confronto tra il Dyson v10 e il Dyson v11 è utile trarre alcune conclusioni. Le differenze, anche se apparentemente non significative, ci sono e il v11 è per molti aspetti decisamente migliore del modello precedente. Soprattutto per quel che riguarda il sistema di aspirazione intelligente, la silenziosità, l’autonomia e la presenza dello schermo digitale.

Possiamo consigliare la scelta del v10 per chi vuole risparmiare e per chi ha necessità di pulire superfici in legno, essendo questo modello dotato della testina dedicata. Il v11, invece, è consigliabile per chi vuole il massimo della potenza tecnologica attualmente disponibile.

Per l’acquisto del Dyson v10 bisogna considerare di spendere una cifra che si attesta tra i 419€ e i 629€ euro, mentre per il v11 non andiamo mai sotto i 774€ per poi salire anche fino a 790€. La differenza di circa trecento euro tra il v10 e il v11 può essere abbastanza importante per optare per il v10 rispetto al v11.
Le differenze tra i due modelli sono sicuramente importanti, ma allo stesso tempo c’è da dire che il v11 è un’evoluzione di un modello eccezionale ed estremamente affidabile come il v10. Scegliere il v10, in conclusione, non è certo un rischio o una remissione, ma si va su un prodotto estremamente affidabile. Il v11 è invece il massimo che oggi si possa trovare per questa tipologia di dispositivi per la casa.

Confronto fotografico Dyson v10 e v11

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (n° voti: 1 - media: 5,00 su 5)
Loading...
Potrebbero interessarti
Consigli per gli acquistiConsigli per gli acquistiCucinaElettrodomesticiSalute e Benessere

Friggitrici ad aria: le migliori e guida all'acquisto

Consigli per gli acquistiElettrodomestici

5 migliori robot aspirapolvere per la pulizia della casa

Aspirapolveri e puliziaConsigli per gli acquisti

Eufy RoboVac 15C: la nostra recensione dell'aspirapolvere robot

Consigli per gli acquistiElettrodomestici

I migliori prodotti Dyson per rendere tecnologica la casa