Cucina

Migliori piastre ad induzione portatili | Guida all’acquisto

Doppia piastra Aobosi

Le piastre ad induzioni portatili rappresentano una tipologia di prodotto che offre un alto livello di comodità.

Questa particolare tecnologia infatti, permette di cucinare il cibo più velocemente dei piani cottura classici, siano essi a gas o elettrici radianti. Non solo: vista la tecnologia impiegata in tali prodotti, la pulizia risulta particolarmente agevole, visto che per via delle ridotte temperature di cottura il cibo che va a contatto con la superficie non si va a bruciare.

Se a tutti questi vantaggi aggiungiamo la praticità di una piastra portatile, è facile intuire come si tratti di una tipologia di oggetto così apprezzata dai camperisti e non solo.

Come scegliere le piastre ad induzione portatili?

Se in passato abbiamo già affrontato il tema dei piani a induzione, la base della scelta di questi prodotti rimane piuttosto simile. Al di là dei numeri di postazione cottura che, per questioni di spazio, sono estremamente ridotti, i principali parametri di valutazione sono i seguenti:

  • Consumi – anche se le piastre ad induzioni portatili sono di dimensioni più ridotte, va tenuto conto di quanto le stesse consumano. Presumibilmente infatti, la fonte di energia da cui si può attingere nei contesti non domestici offre meno energia. Avere a che fare con uno strumento poco esoso in tal senso è un ottimo principio sia per rispettare l’ambiente, sia per gestire al meglio l’elettricità a disposizione. Ovviamente, chi intende utilizzare il piano per un utilizzo intenso dovrà optare per un wattaggio superiore, con un dispendio energetico che sale considerevolmente.
  • Sicurezza – stiamo pur sempre parlando di uno strumento utilizzato per la cottura di alimenti, anche se non potenzialmente pericoloso come postazioni che usano gas o soluzioni simili. I prodotti sul mercato al giorno d’oggi offrono particolari funzioni indirizzate proprio per garantire un ambiente sicuro durante l’utilizzo degli stessi. Si parla di sensori che individuano l’eventuale uscita di acqua dalle pentole o sistemi simili.
  • Display – i display, per ovvie ragioni, nei modelli portatili sono sacrificati per ottimizzare gli spazi. Ciò non vuol dire che siano però superflui, anzi: attraverso questi è possibile gestire funzioni come timer e altri parametri legati alle piastre. Da non sottovalutare.

Attenzione alle pentole!

induzione

Chiunque utilizzi delle piastre ad induzioni portatili deve far particolarmente attenzione al tipo di pentola che sta per utilizzare. Il meccanismo legato a questi piani cottura, infatti, non li rende compatibili con tutti i recipienti presenti sul mercato. Sotto questo punto di vista, per fortuna, esiste un logo che, se presente sulle pentole, garantisce la piena compatibilità con il sistema a induzione.

In ogni caso, se si è già dotati di diverse pentole “tradizionali” sul mercato sono disponibili anche dei convertitori, ovvero delle piattaforme che posizionate tra piano cottura e pentola, rendono fruibili le stesse anche se non compatibili.

Le migliori piastre ad induzioni portatili

Passiamo dunque ad analizzare quelli che, secondo le nostre valutazioni, sono i migliori prodotti del settore attualmente presenti sul mercato.

Piano cottura elettrico Haofy

Piano cottura Haofy

Il piano cottura elettrico Haofy risulta particolarmente interessante, essendo un modello economico ma al contempo piuttosto efficace.

Viste le dimensioni estremamente contenute (si parla di 35 x 25 x 20 centimetri per 750 grammi di peso) è un prodotto particolarmente adatto per uffici o campeggi. La piastra offre 6 impostazioni di calore, controllate attraverso un pratico termostato. Ciò permette di affrontare al meglio una varietà impressionante di cibo e, allo stesso tempo, offre una ampia compatibilità per quanto riguarda pentole in vetro e alluminio.

La dispersione di calore estremamente contenuta e la facilità della pulizia del piano di cottura in ceramica (abbinato a finitura in acciaio inox), rende il modello proposto da Haofy estremamente appetibile per la maggior parte degli utenti.

Piano cottura ad induzione Aobosi

Piano cottura Aobosi

Tra le tante piastre ad induzioni portatili, merita sicuramente una citazione anche quella proposta da Aobosi.

Si tratta di un modello piuttosto elegante nonché facile da trasportare. Le sue dimensioni infatti, sono pari a 31 x 27 x 6.5 centimetri per 2,54 chili complessivi. Le dimensioni proposte, rendono la piattaforma adatta a lavorare con pentole da 12 – 26 centimetri, mentre il sistema di sicurezza garantisce una notevole tranquillità durante l’utilizzo della piastra.

La gestione dei prodotto avviene tramite sistema touchscreen che permette di gestire 10 livelli di temperatura, dai 60 ai 240 gradi. Inoltre, la stessa console di comando, permette di impostare un timer digitale che può raggiungere le 3 ore. Altro vantaggio legato alla piastra di Aobosi è la possibilità di gestire la potenza in watt della stessa, passando da 200 a 2.000 a seconda delle necessità.

Doppia piastra ad induzione Aobosi

Doppia piastra Aobosi

Rimaniamo sullo stesso brand, proponendo però una doppia piastra portatile. Si tratta di un prodotto che rappresenta il punto di congiunzione tra un’installazione fissa e una portatile, ovviamente sacrificando in maniera piuttosto evidente la facilità di trasporto.

Le due postazioni di cottura proposte sono gestibili autonomamente una dall’altra attraverso la console di comandi con schermo LCD. Nel complesso, la postazione può erogare fino a 2.000 watt di potenza e 1.500 watt sulle due postazioni. Così come per il precedente modello, anche in questo caso è possibile impostare una temperatura tra i 60 e i 240 gradi attraverso di 10 diversi livelli. Il timer, in questo caso è impostabile con un range di 4 ore.

La compatibilità con pentole in acciaio inox con fondo magnetico o ghisa, con diametro da 12-26 centimetri, rende la piastra Aobosi particolarmente duttile. La protezione da surriscaldamento, sovrapressione e sovracorrente rappresentano una certezza notevole in ottica sicurezza.

Klarstein VariCook XL

Klarstein VariCook XL

Restiamo nell’ambito delle piastre ad induzioni portatili doppie con Klarstein VariCook XL.

Si tratta di una doppia postazione di cottura con una potenza totale di 3.100 Watt, regolabile attraverso un apposito pannello touch attraverso 10 livelli di cottura. Le piastre lavorano efficacemente con pentole dal diametro incluso tra i 12 e i 26 centimetri, fornendo un timer che va da 1 a 3 ore. Lo stesso fornisce una notifica sonora al termine del tempo impostato. I materiali utilizzati da Klarstein sono di alta qualità e permettono una pulizia agevole della superficie.

Piastra Caso Germany

Piastra Caso Germany

Concludiamo dunque questa lista con la prestigiosa Piastra Caso Germany.

Si tratta di un prodotto al top di questo settore, in grado di combinare un design elegante con semplicità di utilizzo e praticità. La potenza complessiva della piattaforma è di 3.500 Watt, mentre i livelli di cottura gestibili sono 12 e spaziano dai 60 ai 240 gradi. L’ampio display permette di gestire ogni singola funzione proposta da Caso Germany, incluso il timer, che può essere gestito con un intervallo di tempo che va da 1 a 180 minuti.

In ottica sicurezza, è presente un sistema di protezione automatica in caso di surriscaldamento. Lato dimensioni, la piastra è lunga 54 centimetri, alta 5,8 e profonda 39, per un peso complessivo di 4 chili.

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...
Potrebbero interessarti
CucinaElettrodomestici

Migliori macchine Nespresso per il caffè

Consigli per gli acquistiCucinaElettrodomestici

Migliori macchine da caffè del 2021 | Guida all'acquisto

Consigli per gli acquistiCucinaElettrodomestici

Le migliori moke elettriche | Guida all'acquisto

CucinaTempo libero

Migliori kit per fare la birra artigianale a casa