Aspirapolveri e puliziaConsigli per gli acquisti

Eufy RoboVac 15C: la nostra recensione dell’aspirapolvere robot

eufy robovac 15c aspirapolvere robot

Nelle ultime settimane abbiamo avuto modo di provare l’aspirapolvere robot RoboVac 15C realizzato da Eufy. Questa azienda fa parte del brand Anker e si occupa di domotica ed elettrodomestici intelligenti, due temi che ci stanno molto a cuore.

Nonostante le vendite di baby monitor, telecamere WiFi e bilance pesapersone vadano bene, i prodotti più venduti di Eufy sono quelli appartenenti alla serie RoboVac.

Abbiamo avuto di provare per diverse settimane il RoboVac 15C per vedere se è all’altezza degli altri aspirapolvere robot. E’ all’altezza della concorrenza? Pulisce bene la casa e gli angoli più remoti? In questa recensione troverai la risposta a tutte queste domande!

Design Eufy Robovac 15C: moderno ed elegante

design eufy robovac

L’aspirapolvere Robot di Eufy si presenta molto bene. Le dimensioni sono nella media e l’assenza di colori sgargianti è un punto a suo favore. Trattandosi di un oggetto che starà sempre per terra è importante che si integri bene con l’ambiente domestico.

Apprezzo molto l’effetto lucido della parte superiore, visto che dona un tocco “premium” a questo robot. Questo trucco estetico distingue questo robot dalla maggior parte della concorrenza, che non maschera in alcun modo il largo utilizzo della plastica.

Il RoboVac 15 C ha, sempre sulla parte superiore, un comodo pulsante d’accensione. Una volta premuto, l’aspirapolvere si avvierà e inizierà a girare per le stanze, mantenendo l’ultima modalità utilizzata.

Installare la spazzola principale e le due elicoidali è un operazione davvero semplice, fattibile anche senza leggere il manuale di istruzioni. Le spazzole elicoidali sono quelle che si rovineranno più facilmente, pertanto l’idea di metterne un paio extra nella confezione è molto corretta ed onesta.

contenitore sporco eufy robovac 15c filtro

Credits: TechRadar

Il filtro e il contenitore dello sporco sono contenuti in una vaschetta presente nella parte posteriore del robot: anche in questo caso mi ha convinto la scelta di Eufy. E’ infatti possibile svuotare con estrema facilità il robot, rimuovendo la vaschetta senza dover sollevare il robot da terra o eseguire particolare sforza. Una volta aperto il contenitore nel giro di pochi minuti riuscirai a svuotare lo sporco raccolto e pulire il filtro.

Difetti

Ci sono alcuni difetti lato design? Dopo diverse settimane di utilizzo sono riuscito a trovarne soltanto due.

Il primo è la base di ricarica. Il robot si carica senza alcun problema, ma la base di ricarica è molto leggera: per questo motivo, a volte, il RoboVac 15C impiegherà diversi minuti per ritornare alla propria casa, in quanto la base si continuerà a spostare. Come si potrebbe risolvere il problema? La soluzione più semplice sarebbe quella di aumentare di alcuni kg il peso della base, in modo da renderla inamovibile: questo, però, potrebbe essere un problema per chi vuole spostare la base con una certa frequenza. Per questo motivo credo che l’utilizzo di piedini e strisce di gomma nella parte inferiore della base sarebbe più che sufficiente per evitare gli spostamenti della base.

Il secondo difetto è l’intensità della luce corrispondente al pulsante di avvio dell’aspirapolvere. La spia è di colore arancione durante la fase di ricarica, ma si trasforma in un blu intenso una volta carico o in stand-by. Se scegli di avere il robot in camera potrebbe darti parecchio fastidio, costringendoti a coprirla. Per questo motivo una modalità Eco che mantiene in stand-by il dispositivo con gli indicatori spenti sarebbe stata l’ideale.

Software

Il cuore pulsante degli aspirapolvere robot, secondo me, è la qualità del software incorporato. Il motivo principale per cui preferire questi oggetti ai classici aspirapolvere è la loro abilità di pulire in maniera più veloce ed efficiente le stanze della propria casa. Pertanto quando si sceglie un aspirapolvere robot è di fondamentale importanza comprendere come vengono sfruttate le informazioni raccolte dai numerosi sensori installati.

Esplorazione degli ambienti

Il RoboVac 15C adotta un approccio particolare per esplorare l’ambiente circostante. Se hai dimestichezza con il Reinforcement Learning, questo elettrodomestico tende a favorire la fase di esplorazione nel classico dualismo “Exploration vs Exploitation“.

Per le persone che non avessero compreso il riferimento non c’è problema: questo robot esplora l’ambiente in maniera pressoché randomica. Infatti il dispositivo non si muove in maniera lineare come facciamo noi nè va immediatamente alla ricerca dei confini per poi muoversi all’interno di essi: durante la fase di pulizia potrai vedere come nel giro di pochi secondi l’aspirapolvere passi dal pulire con cura gli spigoli allo spostarsi a massima velocità nella stanza accanto.

Modalità di pulizia

boostiq robovac 15c pulizia intelligente

Nonostante l’approccio non convenzionale devo dire che il RoboVac 15C pulisce per bene i vari ambienti della casa, senza trascurare alcun angolo. I movimenti, per quanto casuali, hanno una loro logica: il robot tende sempre ad esplorare gli ambienti circostanti e anche i passaggi più stretti verranno prima o poi visitati e puliti a dovere.

Per quanto riguarda le modalità di pulizia esistono tre programmi principali. Il primo (“Standard”) esegue una classica pulizia a potenza normale, mentre il secondo, detto “Max”, pulisce il pavimento alla massima potenza. A mio modo di vedere la modalità standard è più che sufficiente per la maggior parte degli ambienti visto che moltissima polvere viene catturata anche in ambienti che sono stati puliti da pochi giorni.

Dopo queste settimane di provo posso affermare con massima certezza che il programma migliore, da usare in ogni occasione, è il BoostIQ, dove i sensori del robot regolano la potenza di aspirazione in base alla quantità di sporco rilevata. In questo modo non sprecherai la batteria per aspirare a massima potenza ambienti già puliti, garantendo al tempo stesso la rimozione dello sporco più ostinato dai pavimenti meno puliti.

Difetti

Quali migliorie introdurrei al software del RoboVac 15C di Eufy? La prima è l’aggiunta di una modalità planimetria: in questo modo gli utenti interessati potrebbero caricare una piantina digitale dell’ambiente da pulire, risparmiando al robot la fase di esplorazione.

Il secondo miglioramento riguarda i sensori anticaduta. Sono pensati per evitare che il robot cada dalle scale e devo dire che fanno il loro lavoro. Il problema, però, è che il valore soglia per definire un dislivello una caduta da evitare è troppo alto. Cosa significa? Se hai un piccolo scalino tra una stanza e l’altra è molto probabile che il robot aspirapolvere superi in discesa lo scalino senza alcun problema, grazie alle ruote che sono in grado di alzarsi e abbassarsi come se fossero ammortizzatori. Il problema si verificherà nella fase di risalita, visto che in nessun modo il robot sarà in grado di risalire il gradino. Qual è la conseguenza? Per riportare il robot aspirapolvere robot di Eufy nell’altro ambiente dovrai sollevarlo.

Il terzo miglioramento riguarda le informazioni ritornate all’utente. Ad oggi dall’app Eufy Home posso solamente vedere lo stato corrente del robot, scegliere il programma di pulizia e programmare l’ora in cui partirà. Sarebbe interessante avere alcune statistiche di base, come ad esempio:

  • Il tempo impiegato per pulire l’ambiente
  • La quantità di sporco raccolto (delle semplice stelline sarebbero sufficienti) e il livello di riempimento del contenitore
  • Un’immagine dell’ambiente pulito contente tutte le rotte compiute dal robot.

Vista la quantità di sensori presenti non credo sia un problema implementarle. Il problema, però, risiede nel costo che avrebbe una funzionalità del genere! Se Eufy la implementasse un aumento del prezzo finale di 50 Euro sarebbe il minimo sindacabile.

Utilizzo quotidiano del RoboVac 15C

aspirapolvere robot eufy utilizzo quotidiano

Come si comporta il RoboVac 15C nella pulizia quotidiana degli ambienti? Sono rimasto parecchio soddisfatto dalle prestazioni di questo prodotto e onestamente faccio fatica a farne meno.

Essendo allergico alla polvere mi ha parecchio rincuorato vedere la quantità di acari che, al posto di finire nei miei polmoni, viene catturata dal filtro del robot a ogni passaggio.

Ad essere sincero temevo che il tempo guadagnato nel non aspirare il pavimento venisse poi perso nel ripulire il filtro e il contenitore. Per mia fortuna mi sbagliavo alla grande! Nel giro di pochi minuti puoi svuotare il contenitore dello sporco e ripulire il filtro con la comoda spazzola inclusa nella confezione.
Il contenitore è abbastanza capiente da non obbligarti a ripulirlo dopo ogni utilizzo: mi è capitato un paio di volte di dimenticarmi di svuotarlo ma questo non ha in alcun modo intaccato il livello di pulizia delle stanze.

L’app EufyHome, al netto dei problemi citati nella sezione software, è ben realizzata ed è stato davvero semplice e intuitivo collegare il RoboVac al WiFi di casa e al mio profilo Eufy. Ho provato alcune volte ad avviare il robot da remoto ed ha funzionato tutto alla perfezione, pertanto è l’ideale per chi passa molto tempo fuori casa e vuole pulire a distanza.

Per chi non volesse usare l’app o non avesse particolare dimestichezza è possibile utilizzare il telecomando fornito con l’aspirapolvere. Questo è un aspetto spesso sottovalutato ma davvero importante. Perchè? Il telecomando è un oggetto molto più familiare rispetto allo smartphone, pertanto potrai regalare il RoboVac 15C anche a parenti anziani. In questo modo anche loro beneficeranno degli ultimi traguardi raggiunti dal mondo tecnologico, facendo molta meno fatica.

Concludo questa sezione parlando del sistema per evitare gli ostacoli. In base alle mie prove si comporta bene e la sua efficacia tende ad aumentare notevolmente nel tempo. All’inizio aspettati di sentire diverse volte il robot toccare mobili, sedie ed altri oggetti sparsi per casa. Una volta memorizzata la loro posizione, però, RoboVac li inizierà a scansare abilmente, pulendo con grande cura i loro contorni. C’è, però, un suo aspetto che migliorerei. Il sistema tende a spostarsi attorno agli ostacoli una volta che li ha rilevati e ha provato, invano, a spostarli. Nel caso, però, di oggetti come cestini, zaini e sedie con rotelle il RoboVac 15 C non si limiterà a girarci attorno. Per questo motivo, se hai uno di questi oggetti, ti consiglio di spostarli, appoggiandoli a mobili e muri, oppure di metterli altrove in modo da non ritrovarli fuori posto.

Conclusioni: cosa penso del RoboVac 15C di Eufy

eufy robovac 15c aspirapolvere robot

Consiglio l’acquisto del RoboVac 15C di Eufy? Assolutamente sì. Il guadagno di tempo a lungo andare è davvero rilevante e il prodotto è davvero di ottima qualità. Gli ambienti vengono puliti davvero bene, molto meglio rispetto alla maggior parte delle aspirapolveri. Per questo motivo consiglio caldamente l’utilizzo, almeno nelle camere da letto, di questo robot.

Questo aspirapolvere robot vale i 250 euro circa a cui è venduto attualmente su Amazon Italia? Assolutamente sì! La sua dotazione tecnica è in linea, se non superiore, ai prodotti della concorrenza che tendono a costare anche 100 Euro in più.

Spero vivamente che Eufy vada a migliorare i pochi difetti riscontrati in questo articolo. La soluzione più semplice sarebbe la realizzazione di un prodotto di fascia premium che includa un software più ricco di funzionalità e sensori più precisi.

Cosa bisogna aspettarsi dal futuro? Lo step naturale per l’azienda è consolidare il know-how acquisito nella realizzazione degli aspirapolvere robot della serie RoboVac al fine di realizzare la prima serie di robot lavapavimenti. Alcune aziende si stanno muovendo in tal senso ed Eufy, secondo me, ha tutte le carte in regola per farsi valere anche in questa nicchia.

Giudizio finale
Design
8.5 / 10
Software
7 / 10
Grado di pulizia
9 / 10
Prezzo
8 / 10
La nostra opinione

Il robot aspirapolvere Eufy RoboVac 15C pulisce molto bene casa ed è adatto a chi vuole avere una casa bella pulita senza dover faticare. Il rapporto qualità prezzo è più che vantaggioso e mette in secondo piano i pochi difetti riscontrati. La più grande mancanza è l’assenza della modalità planimetria, unita alla mancanza di un report sulle pulizie appena concluse.

8.1 ★★★★☆
Non hai trovato il regalo giusto per Natale? Consulta la nostra super guida al regalo di Natale perfetto per una casa smart e tecnologica!
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (n° voti: 7 - media: 5,00 su 5)
Loading...
Potrebbero interessarti
Consigli per gli acquistiCucinaElettrodomestici

Le migliori cooking machine del 2019

Aspirapolveri e puliziaElettrodomesticiGuide e How-To

Come fare la manutenzione dei robot aspirapolvere: guida pratica

Aspirapolveri e puliziaElettrodomesticiGuide e How-To

Come fare la manutenzione del Roomba: guida pratica

Consigli per gli acquisti

I migliori aspirapolvere per chi ha animali: guida all'acquisto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere
I migliori prodotti Dyson per rendere tecnologica la casa