Batterie usa e getta e batterie ricaricabili: quale scegliere?

Di Marco
Seguici su Google News

Le batterie, siano esse usa e getta o ricaricabili, sono ancora oggi una fonte di energia importante per molti dispositivi di piccole-medie dimensioni.

Dove, per comodità o necessità, un cavo elettrico o una presa USB non sono efficaci, questa soluzione gode ancora di una certa popolarità. A conti fatti, dunque, è meglio optare per batterie usa e getta o per le ricaricabili?

La prima delle due soluzioni è più economica sul breve periodo, ma forse è più costosa a lungo termine, mentre l'altra costa un bel po' subito, ma potrebbe rivelarsi l'affare migliore. In questo articolo analizziamo entrambe le alternative.

batterie ricaricabili

Batterie usa e getta o ricaricabili? Qual è la soluzione più economica

A prima vista, le batterie usa e getta potrebbero sembrare l'opzione più economica. Sono meno costose al momento dell’acquisto, ma il loro costo si accumula nel tempo perché devono essere sostituite di frequente. Se stai alimentando un dispositivo ad alto consumo come una fotocamera digitale o qualcosa di simile, potresti trovarti spesso a sostituire le batterie usa e getta.

Prendi un controller per videogiochi come i controller della serie Xbox. Questi utilizzano batterie AA e, a seconda di quanto giochi, potresti cambiarne un nuovo paio ogni settimana. Se stai alimentando un orologio, la differenza potrebbe assottigliarsi, in quanto le pile potrebbero durarti per anni.

Le batterie ricaricabili invece hanno un costo iniziale più elevato, ma si ripagano dopo pochi cicli di utilizzo. Considerando che una batteria ricaricabile di buona qualità può essere ricaricata centinaia o addirittura migliaia di volte, il costo per utilizzo diventa di pochi centesimi. Pertanto, a lungo termine, le ricaricabili sono il chiaro vincitore in termini di rapporto costo-efficacia.

Le ricaricabili sono più ecologiche?

Considerando il loro impatto ambientale, le batterie ricaricabili presentano un vantaggio significativo. Le batterie usa e getta contribuiscono ogni anno a una quantità significativa di rifiuti elettronici, molti dei quali finiscono nelle discariche. Questo è uno spreco di risorse e può portare a sostanze pericolose come piombo, cadmio e mercurio che si disperdono nell'ambiente.

Le batterie ricaricabili, invece, possono essere utilizzate ripetutamente per diversi anni prima di dover essere sostituite, riducendo così gli sprechi. Inoltre, molti tipi di batterie ricaricabili contengono meno elementi tossici rispetto alle loro controparti usa e getta. Molte regioni hanno programmi di riciclaggio per le batterie ricaricabili usate, che possono aiutare a ridurre ulteriormente il loro impatto ambientale.

Insomma, se abbiniamo il discorso economico a quello ecologico, possiamo capire ancora una volta quanto ecosostenibilità e convenienza siano un binomio più che saldo.

caricabatterie BONAI

Prestazioni a confronto

La durata della batteria è leggermente più complessa da valutare, in quanto dipende dal caso d'uso specifico. Per dispositivi a basso consumo come orologi da parete o telecomandi TV, una batteria usa e getta di alta qualità potrebbe durare più a lungo di una ricaricabile. Tuttavia, le pile ricaricabili hanno spesso una durata maggiore per carica per i dispositivi ad alto consumo.

Le ricaricabili hanno anche il vantaggio di offrire potenziale ingombro inferiore. Puoi ricaricarli ogni volta che è conveniente piuttosto che aspettare che si scarichino completamente.

Un'ulteriore ruga qui è nella capacità effettiva della batteria. Potresti scoprire che alcune pile ricaricabili hanno capacità di alimentazione inferiori rispetto alle batterie alcaline della stessa dimensione. Tuttavia, poiché è possibile ricaricarli ripetutamente e utilizzare due set per passare dalla ricarica all'utilizzo, la durata effettiva della batteria è limitata solo dall'usura delle batterie.

Tempi di ricarica e convenienza

Quando si tratta di praticità, le batterie usa e getta hanno un vantaggio: una volta acquistate sono pronte all'uso.

Le batterie ricaricabili richiedono una carica iniziale, che può richiedere da alcune ore a un'intera giornata, a seconda del tipo di pila e della velocità del caricabatterie. A proposito: hanno anche bisogno che tu abbia un caricabatterie a portata di mano. Tuttavia, come accennato in precedenza, questo inconveniente percepito può essere mitigato pianificando e attuando un'attenta rotazione delle pile: alcune in uso, altre in carica per non restare mai a secco.

Inoltre, i progressi tecnologici hanno portato allo sviluppo di caricabatterie veloci, riducendo notevolmente i tempi di attesa per le batterie ricaricabili. Alcune moderne batterie ricaricabili hanno anche un tasso di scaricamento per inutilizzo molto basso, il che significa che possono mantenere la carica per lungo tempo quando non vengono utilizzate.

Conclusioni

Tirando le somme, appare chiaro come le pile usa e getta risultino una soluzione abbastanza superata. Al di la di orologi o dispositivi simili, con consumi molto ridotti, il loro utilizzo sembra poco conveniente e, al contempo, poco apprezzabile lato sostenibilità.

Di contro, le pile ricaricabili, grazie anche all'evoluzione tecnologica, offrono garanzie a livello prestazionale ed economico, ponendosi come le vincitrici di questo confronto.

Seguici su Telegram per ricevere le migliori offerte

Chi siamo?

CasaHiTech è il luogo in cui troverai notizie, approfondimenti e guide riguardanti l’uso della tecnologia nelle abitazioni.
Entra nello staff
COPYRIGHT © 2023 OUTOFBIT P.IVA 04140830243, TUTTI I DIRITTI RISERVATI.
crossmenu linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram