Guide e How-ToIntrattenimentoVideo

Come pulire la TV al meglio: ecco alcuni consigli!

Pulire la TV è una necessità concreta per chiunque. Che si tratti di un modello vecchio e dalle dimensioni spropositate o di uno dei migliori televisori attualmente sul mercato, inevitabilmente tale dispositivo si andrà a riempire di polvere già dopo pochi giorni/settimane dall’acquisto.

Soprattutto quando si tratta di display moderni però, questo genere di operazione è più delicata di quanto si possa pensare. Queste superfici infatti, sono piuttosto delicate e un intervento maldestro potrebbe causare danni anche piuttosto consistenti.

Da una parte esistono prodotti specifici che promettono di fare miracoli. A detta di molti, però, spesso sono inefficaci e costosi. Diversi utenti dunque, si affidano al fai da te, una scelta alquanto rischiosa in quanto il rischio di danneggiare lo schermo aumenta sensibilmente. A maggior ragione se il televisore è un regalo di Natale da parte di persone a noi care.

In questo articolo affronteremo l’argomento della pulizia di una TV a 360 gradi, cercando di capire quali sono le diverse vie percorribili.

TV Hisense H40BE5000 40”

Come pulire la TV? Cosa NON usare/fare

Se consideriamo che la tecnologia LED e affini sono piuttosto delicate, è bene partire cercando di individuare quali sono i pericoli in caso di una pulizia poco corretta.  In questo senso è bene sottolineare come non vanno usati in nessun modo prodotti come:

  • Alcool etilico
  • Acido etilico
  • Ammoniaca
  • Acetone

Questi infatti sono potenzialmente molto pericolosi per l’integrità del display. La presenza più o meno consistente di ammoniaca, va a danneggiare lo schermo a causa dell’aggressione chimica di quest’ultima, danneggiando irrimediabilmente il pannello.

Allo stesso modo, per ottenere risultati efficaci, va utilizzato un panno morbido che deve per forza essere pulito. Anche un singolo granello di polvere infatti, potrebbe andare a rigare lo schermo durante lo sfregamento del panno. Allo stesso modo, il panno non deve risultare bagnato: l’acqua infatti, è un nemico infido per la tecnologia. Questa, colando sullo schermo, potrebbe infiltrarsi nei bordi dello stesso, causando problemi e malfunzionamenti anche piuttosto gravi.

Adottando un panno umido (possibilmente in microfibra) invece, si interviene con efficacia su polvere catturando la sporcizia senza che l’acqua influisca sui meccanismi della televisione. Bocciati invece il cotone e le salviette di carta. Queste soluzioni infatti, rilasciano parti di materiali e non sono dunque efficaci. Nel secondo caso poi, la consistenza della carta potrebbe addirittura danneggiare la superficie vista la sua rugosità.

Come procedere con la pulizia della TV

Il primo passo, spesso trascurato, è spegnere la televisione. Effettuare tali operazione con il dispositivo acceso e funzionante infatti, non è solo pericoloso per l’elettrodomestico ma anche per chi effettua l’intervento. Non solo: lo schermo spento, permette di far risaltare macchie e polvere, facilitando dunque la pulizia.

Utilizzando il già citato panno in microfibra inumidito, è possibile spruzzare una piccola quantità di detergente sullo stesso (riguardo il prodotto da usare, spenderemo alcune parole in seguito). La prima fase prevede la pulizia dei bordi esterni del dispositivo.

Una volta terminata questa fase, soprattutto se non si effettuava la pulizia della TV da tempo, è bene risciacquare il panno, per poi passare al display vero e proprio. Mentre si agisce sul display vero e proprio, non va in alcun caso fatta eccessiva pressione sullo stesso. Nel caso le macchie e la polvere stentino a sparire, si può semplicemente effettuare un’altra passata.

Nota bene: il detergente non va mai spruzzato direttamente sullo schermo e, anche utilizzandolo sul panno, non va mai utilizzata una quantità esagerata di prodotto.

Ovviamente, una volta che si effettua il passaggio del panno, lo stesso va fatto asciugare prima che la TV possa essere accesa nuovamente.

I prodotti professionali

Per facilitare le operazioni di pulizia, sono presenti sul commercio dei kit che propongono detergente e panni per la pulizia degli schermi. Puntando su prodotti di qualità dunque, è possibile togliersi ogni tipo di pensiero ed effettuare una pulizia approfondita senza particolari patemi.

In questo senso, consigliamo una soluzione utile non solo per la TV, ma anche per monitor di computer, smartphone, tastiere, eReader e persino occhiali. Si tratta del kit proposto da Ecomoist, che include 500 ml di detergente e due panni di microfibra di altissima qualità.

La soluzione fai da te

Per chi invece vuole impegnarsi con soluzioni casalinghe, abbiamo qualche consiglio concreto. Ovviamente, non ci assumiamo responsabilità in tal senso: sbagliare le dosi infatti, potrebbe causare danni irreparabili allo schermo.

La soluzione liquida che va preparata in tal senso, prevede un rapporto uguale tra acqua e aceto bianco. Quest’ultimo infatti è un detergente naturale molto efficace che molte persone utilizzano abitualmente per le pulizie casalinghe. A questo punto è possibile agire inumidendo il panno in microfibra, lavorando poi come già descritto in precedenza.

Nota bene: in questo caso, la fase di asciugatura è diversa e più delicata rispetto ai prodotti industriali. Va infatti utilizzato un secondo panno asciutto per favorire tale operazione, in quanto il preparato potrebbe rilasciare aloni che andrebbero a cancellare qualunque tipo di beneficio ottenuto con la pulizia.

Non perderti le nostre guide all'acquisto, seguici su Telegram: t.me/casahitech
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...
Potrebbero interessarti
IntrattenimentoTempo libero

Le migliori bottiglie e borracce smart del 2021

Guide e How-ToIntrattenimentoVideo

Come scegliere la dimensione giusta della TV

IntrattenimentoNewsVideo

Samsung First Look 2021: svolta Green, Neo QLED e Micro LED

Consigli per gli acquistiIntrattenimento

Migliori smart speaker per la musica | Guida all'acquisto