Aspirapolveri e pulizia

Come migliorare l’operato degli aspirapolvere robot

Robot Aspirapolvere

I robot aspirapolvere sono la soluzione perfetta per mantenere una casa perfettamente pulita senza dover alzare un dito. Molti nuovi modelli, tra cui anche quelli relativamente economici, sono dotati di tutto ciò che serve in tal senso, dai sensori di navigazione laser per mappare la planimetria al controllo vocale per dirigere i lavori con la semplice voce.

Un aspetto che si sottovaluta è che i dispositivi di questo tipo richiedono spesso un intervento umano. Questi infatti possono inciampare su cavi, tappeti e nel disordine domestico di tutti i giorni o perdersi sulla via del ritorno al dock di ricarica. Fortunatamente, con un po’ di esperienza e i consigli che ti forniremo in questo articolo, sarai in grado di gestire con il minimo sforzo il tuo robot aspirapolvere.

Come usare robot aspirapolvere

1- Fai fare un giro di prova al tuo robot

Poiché la struttura di ogni casa è diversa, dai del tempo al tuo robot aspirapolvere durante le sue prime corse per mappare adeguatamente l’abitazione.

Questo ti consente di vedere quanto bene sterza intorno (e sotto) i tuoi mobili e dove invece tende a bloccarsi. Avrai quindi l’opportunità di fare piccole modifiche al tuo spazio abitativo per facilitare il lavoro del dispositivo.

2- I nemici del tuo robot aspirapolvere? Cordoncini, cavi e tende trasparenti

È abbastanza comune che la spazzola principale di un aspirapolvere robot rimanga bloccata su cordoncini e tende lunghe. Per evitare che si verifichino questi scenari, assicurati di eliminare dal pavimento i cavi del caricabatterie del telefono e allaccia eventuali tende particolarmente lunghe prima di avviare il robot.

Questa regola si applica a tutti i piccoli oggetti che possono essere facilmente risucchiati dallo strumento, come i calzini. Se hai bambini e/o animali domestici, assicurati di riporre giocattoli e accessori in appositi cassetti in modo che non intralcino l’operato dell’aspirapolvere.

Se hai un ufficio in casa, assicurati di raccogliere oggetti come graffette ed elastici, invece, se hai un pasticcio di cavi sotto il supporto TV o la scrivania, potresti prendere in considerazione l’acquisto di una scatola di gestione dei cavi per riordinarli.

3- Attenzione ai tappeti

Oltre ai fili, le nappe alle estremità dei tappeti sono un ostacolo per molti robot aspirapolvere. Se è vero che nella maggior parte dei casi sono in grado di muoversi liberamente, le estremità dei tappeti possono risultare un ostacolo da non sottovalutare. Per evitare che l’aspirapolvere si impigli nelle nappe o rovini completamente il tappeto, infilale sotto lo stesso prima di iniziare la sessione di pulizia.

Per quanto riguarda i tappeti a pelo lungo, è meglio rimuoverli completamente dal pavimento, se possibile. Il più delle volte, i robot aspirapolvere non riescono a superare queste superfici e, se lo fanno, la spazzola principale potrebbe semplicemente tirare il pelo (rovinandolo) piuttosto che aspirare lo sporco vero e proprio.

Pulizia sensori aspirapolvere

4- Costruisci delle barriere per aiutare il robot aspirapolvere

Indipendentemente da quanto bene si manovra un robot aspirapolvere intorno alla tua casa, ci sono ancora aree da cui probabilmente vorrai tenerlo lontano. A seconda di quanto è avanzato il tuo modello, ci sono diversi modi per creare delle “barriere invisibili”.

Alcuni aspirapolvere hanno sensori di navigazione laser che creano una mappa della tua casa mentre puliscono e utilizzando l’app dedicata potrai delineare aree in cui desideri creare barriere. Altri sono dotati di piccoli “muri virtuali” o vere e proprie strisce di confine che metterai fisicamente ovunque non vuoi che il dispositivo agisca.

Se hai un aspirapolvere meno costoso che non supporta nessuno di questi metodi, puoi considerare di isolare le aree con barriere fisiche come un cancello per bambini o soluzioni simili.

5- Sistema i tavoli

Per rendere più facile per il tuo robot aspirapolvere raccogliere le briciole sotto la sala da pranzo, prova a capovolgere le sedie sul tavolo, un po’ come fanno nei ristoranti.

Se fai fatica fisicamente o hai davvero troppe sedie, puoi semplicemente allontanarle dal tavolo in modo da offrire al robot maggiore spazio di manovra.

6- Imposta un programma di lavoro

La maggior parte dei robot aspirapolvere moderni dispone di funzionalità di pianificazione del lavoro, quindi puoi selezionare i giorni della settimana in cui desideri che puliscano e a che ora.

In questo modo, puoi impostare l’aspirapolvere per un’ora in cui sai che sarai fuori casa, in modo che i tuoi pavimenti siano sempre puliti quando torni a casa e il il robot non ti disturbi quando sei al suo interno.

Migliori robot aspirapolvere

7- Posiziona correttamente la base di ricarica

Sebbene quasi tutti i robot aspirapolvere possano tornare da soli al dock di ricarica, il processo può richiedere del tempo a seconda di quanto è avanzato il modello. Oltre ad assicurarti che sia sempre collegato, vi sono alcuni dati aggiuntivi da considerare quando stai cercando il posto perfetto per il tuo dock.

Idealmente, il dock dovrebbe essere posizionato contro un muro e su una superficie totalmente piana per aiutare l’aspirapolvere a posizionarsi facilmente senza alcun tipo di aiuto. Se possibile, assicurati di posizionarlo in un’area a circa 60 centimetri di distanza da altri oggetti su entrambi i lati e a 120 centimetri di distanza da mobili (compresi tavoli e sedie) e scale. In questo modo il robot ha spazio di manovra sia quando comincia a lavorare, sia quando ha finito.

Quando non è in uso, il tuo robot aspirapolvere può rimanere posizionato sopra la base di ricarica in standby. Se non prevedi di utilizzarlo per un lungo periodo di tempo, puoi caricarlo completamente, quindi spegnerlo e conservarlo in un luogo fresco e asciutto per non intaccare in nessun modo i materiali con cui è costruito.

8- Pulisci il tuo aspirapolvere

Assicurati di pulire regolarmente il tuo robot aspirapolvere. Ciò include lo svuotamento del serbatoio, la pulizia di polvere e detriti dai filtri e il taglio dei capelli e dei fili che sono aggrovigliati sulle spazzole.

Il consiglio è anche di pulire periodicamente i sensori anti-caduta e i contatti di ricarica sul fondo del robot. È importante fare grande attenzione a queste attività di manutenzione se vuoi che il tuo aspirapolvere rimanga perfettamente funzionante e svolga efficacemente il suo lavoro.

Circa ogni sei mesi o un anno, sostituisci il filtro con uno nuovo. Alcuni aspirapolvere robot sono dotati di un filtro aggiuntivo nella confezione. In ogni caso, i produttori vendono a parte dei filtri sostitutivi.

Se soffri di allergia alla polvere, opta per un modello in grado di svuotare autonomamente la polvere, In questo modo potrai limitare la tua esposizione a questo elemento, limitando il fastidio che essa ti provoca.

Potrebbero interessarti
Aspirapolveri e puliziaConsigli per gli acquistiElettrodomestici

Migliori robot aspirapolvere e lavapavimenti | Guida all'acquisto

Aspirapolveri e puliziaElettrodomestici

Filtro HEPA: cos'è e a cosa serve nell'aspirapolvere

Aspirapolveri e puliziaElettrodomesticiRecensioni

Recensione Bissell CrossWave X7 Plus Cordless Pet Pro

Aspirapolveri e puliziaElettrodomesticiRecensioni

Recensione Yeedi Vac Max: aspira alla grande e costa il giusto