Dispositivi smartDomotica

Che cos’è e a cosa serve un hub per smart home?

hub smart home

Trasformare la propria abitazione in quella che viene chiamata “una smart home”  (o “casa intelligente“) e un’attività che sta coinvolgendo sempre più persone. Uno dei dettagli che bisogna valutare se si vuole una casa intelligente è sicuramente la presenza di un hub centrale. Ma che cos’è esattamente un hub centrale e quali sono le sue principali caratteristiche?

Stabilire se hai bisogno di un hub è solo una delle tante scelte a cui devi pensare quando decidi di rendere la tua casa più smart. L’hub, però, è molto probabilmente una delle valutazioni più importanti poiché ha un grande effetto sui dispositivi che puoi collegare alla tua abitazione. In questo articolo vogliamo non solo spiegarti cos’è un hub per smart home ma anche parlarti delle sue principali caratteristiche in modo che tu possa scegliere il dispositivo più adatto alle tue esigenze.

Cos’è un hub smart home

L’hub è il modo con cui puoi collegare tra di loro tutti i dispositivi intelligenti che hai in casa. Il termine “hub” descrive perfettamente il ruolo svolto da questo dispositivo centralizzato a cui vengono connessi tutti gli altri sistemi che compongono la tua smart home. Attualmente ci sono diversi ottimi hub smart home nel mercato, come Samsung SmartThings Hub v3, Apple HomePod e Amazon Echo Dot. Con un hub puoi controllare la tua casa anche quando non ci sei ed eseguire delle automazioni in base alle tue necessità o alle tue preferenze. Avere un hub è sicuramente una cosa utile e pratica, tuttavia bisogna ricordare che l’hub è il cuore del sistema e come tale se per caso si guasta o se ha problemi l’utilizzo degli altri dispositivi collegati può essere compromesso.

Avere un hub porta sia vantaggi che svantaggi. Se hai molti dispositivi domestici smart in casa avere un hub ti consente di evitare che la tua rete Wi-Fi sia sovraccaricata, poiché i dispositivi si collegano all’hub piuttosto che al router. Avere un hub, inoltre, ti aiuta anche quando vuoi aggiungere nuovi dispositivi alla tua smart home dato che non hai bisogno di scaricare app di terze parti ma basta collegare il nuovo dispositivo all’hub e gestire tutto da un’unica applicazione.

hub smart home

Protocolli di trasmissione

Quando si tratta di hub smart home vengono utilizzati diversi protocolli di trasmissione per far comunicare tra di loro i dispositivi e farli funzionare. Le principali tecnologie attualmente disponibili per collegare e controllare i dispositivi di una casa sono tre.

Il primo protocollo di trasmissione di cui parliamo è quello più diffuso e si basa sulla rete Wi-Fi. I dispositivi che utilizzano questa tecnologia come le lampadine, gli interruttori, le prese e molte altri sistemi presenti in una smart home si connettono alla rete wireless della casa. Ciascuno dei dispositivi è connesso al Wi-Fi e così che comunica con l’app sul tuo telefono o con uno smart speaker come Alexa o Google Assistant. Tutto ciò di cui avrai bisogno per configurare questi dispositivi è la password Wi-Fi.

Gli altri due protocolli più utilizzati sono Z-Wave e ZigBee, ovvero due tecnologie utilizzate dalla maggior parte degli hub domestici. Questi sono protocolli wireless, ma non utilizzano il Wi-Fi. I dispositivi Z-Wave e ZigBee creano una “rete mesh” che consente ai dispositivi di comunicare tra loro. Così, invece di avere ogni singolo dispositivo collegato alla rete Wi-Fi per comunicare in modo indipendente, i dispositivi che utilizzano Z-Wave e ZigBee sono tutti collegati ad un hub che sarà l’unico connesso alla rete Wi-Fi. Quando si vuole richiedere qualche azione come l’accensione degli luci basterà comunicare con l’hub centrale che è incaricato di inviare i comandi ai dispositivi connessi.

Hub smart home: Pro e Contro

Avere un hub centrale è sicuramente una cosa che aiuta a gestire meglio una smart home ed evita di dover scaricare diverse app nello smartphone per gestire i vari dispositivi. La maggior parte dei dispositivi smart, infatti, richiede che l’utente si scarichi nello smartphone un’applicazione sviluppata dal produttore del dispositivo per gestirlo. Se in casa hai apparecchi e sistemi di diversi marchi sarai costretto a scaricare ogni volta le rispettive app a meno che non colleghi tutti i dispositivi all’hub della smart home. Un hub centrale permette in maniera semplice e immediata di gestire diverse automazioni.

Bisogna tuttavia ricordare che anche gli hub possono avere dei problemi. Se l’hub centrale controlla diversi dispositivi quando questo si rompe o si danneggia tutti i sistemi collegati ne risentono. Lo stesso, però, vale per i dispositivi connessi via Wi-Fi. Se la connessione internet manca allora non sarà possibile gestire i sistemi intelligenti, così come se la rete di un particolare servizio ha problemi sarà difficile usarlo. Ad esempio, se la rete SmartThings di Samsung si interrompe l’hub centrale non sarà in grado di connettersi ai dispositivi anche se il Wi-Fi funziona correttamente.

hub smart home

Hai bisogno di un hub per smart home?

La grande domanda che molte persone si pongono quando vogliono creare una casa intelligente è se risulta davvero necessario investire in un hub centrale. Un hub per quanto economico è pur sempre  una spesa da affrontare in anticipo, ma come fare a sapere se ne vale la pena?

Questa è in realtà una domanda molto personale e non esiste una risposta univoca. Tutto dipende molto dal tipo di smart home che stai cercando di creare. La maggior parte delle persone non ha bisogno di procurarsi un hub, dato che i dispositivi da collegare sono davvero pochi. Se utilizzi solo delle lampadine e degli interruttori intelligenti allora molto probabilmente non hai bisogno dell’hub. Quando, invece, si parla di sistemi più complessi volti a costruire una smart home che non ha solo luci smart ma anche il riscaldamento, le serrature, l’allarme e molto altro…allora è il momento di valutare un buon hub.

Qual è l‘hub è il migliore? Bene, questa è un’altra domanda difficile a cui rispondere. Ci sono diverse soluzioni disponibili oggi sul mercato. Quella che sembra avere la più diffusa attualmente è la piattaforma Samsung SmartThings Hub v3. È in circolazione da molto tempo, è supportata da una grande azienda e si può collegare a numerosi dispositivi smart.

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...
Potrebbero interessarti
Dispositivi smartDomotica

Cosa significano gli anelli colorati di Alexa

Consigli per gli acquistiDispositivi smartDomotica

Le migliori smart plug compatibili con Alexa e Google Home

Consigli per gli acquistiDomoticaSicurezza

Migliori baby monitor per neonati e bambini | Guida all'acquisto

Dispositivi smartDomoticaGuide e How-To

Alexa non funziona più? Ecco come riattivare l'assistente virtuale