Aspirapolveri e puliziaRecensioni

Recensione Eufy HomeVac H11: piccolo ma con un grosso difetto

Recensione Eufy HomeVac H11

Chi cerca dispositivi per la pulizia della casa sa che può contare su un’ampia scelta di dispositivi a marchio Eufy. Motivo per cui vogliamo conoscere l’Eufy HomeVac H11, attualmente disponibile solamente sul sito ufficiale del produttore. Invece del classico aspirapolvere senza fili o dei robot aspirapolvere (come il RoboVac 15C, il RoboVac 30C o il robot lavapavimenti RoboVac L70 Hybrid), l’Eufy HomeVac H11 è un dispositivo dalle dimensioni compatte e per questo molto più versatile. Conosciamolo meglio in questa recensione.

Confezione

Confezione Eufy HomeVac H11

Confezione Eufy HomeVac H11

La prima cosa da analizzare nella recensione del nostro Eufy HomeVac H11 è la confezione e il suo contenuto. La scatola è molto semplice e rispecchia gli standard dell’azienda che ci ha abituato alla ricerca dell’essenzialità. Il manuale all’interno, infatti, contiene le immagini del prodotto e le indicazioni delle principali caratteristiche tecniche, senza particolari fronzoli.

All’interno troviamo l’aspiratore, un beccuccio con delle setole e il cavo microUSB per la ricarica. C’è sicuramente tutto l’indispensabile per poterlo iniziare a utilizzare fin da subito!

Design e costruzione

Design HomeVac H11

Design HomeVac H11

Esteticamente parlando, l’HomeVac H11 è un dispositivo compatto la cui scocca è completamente in plastica liscia. Sull’impugnatura, invece, la superficie è zigrinata, in modo da migliorare il grip. Nella parte centrale del corpo è presente il tasto di accensione e tre LED che indicano lo stato di ricarica dell’aspiratore. Sul lato opposto, invece, è presente la fessura che consente il passaggio dell’aria, uno dei punti più problematici di questo dispositivo.

Infatti a causa di questa scelta bisogna procedere in maniera molto accurata alla pulizia di un tavolo pieno di briciole. Se partissi dal bordo superiore dell’area sporca è altamente probabile che le restanti briciole si spostino in quanto il getto d’aria, parecchio forte, viene sparato direttamente verso il basso. E’ davvero strano che un’azienda come Eufy si sia fatta sfuggire questo dettaglio: evidentemente durante le fasi di test non hanno provato questo scenario.

Bocchetta HomeVac H11

Bocchetta HomeVac H11

Nella parte terminale dell’Eufy HomeVac H11 è presente la bocchetta di aspirazione, in plastica trasparente rispetto a quella della scocca, e nella parte interna il filtro di aspirazione. La bocchetta di aspirazione può essere smontata sia per installare quella aggiuntiva presente nella confezione che per consentire di accedere al filtro composto da due elementi e pulirlo in maniera approfondita per migliorare l’efficienza di aspirazione. La pulizia del filtro è molto semplice in quanto è possibile rimuovere le due parti e lavarle anche sotto l’acqua corrente, attendendo che siano completamente asciutte prima di poterle ricollocare all’interno dell’aspirapolvere.

Hardware

Hardware HomeVac H11

Hardware HomeVac H11

Ed è proprio dell’efficienza che dobbiamo parlare. Dal punto di vista tecnico l’Eufy HomeVac H11 ha una potenza di aspirazione di 5500Pa, con una potenza nominale di 70W. Parliamo di caratteristiche tecniche buone per un aspirabriciole pensato per la pulizia della tavola, della scrivania e del PC. Infatti con l’utilizzo della bocchetta con le setole è possibile pulire anche le parti più nascoste e solitamente difficili da pulire, come sono gli spazi tra i tasti della tastiera o gli spazi tra i cuscini del divano.

Tasto accensione HomeVac H11

Tasto accensione HomeVac H11

Complessivamente abbiamo un aspirapolvere con una buona potenza d’aspirazione, efficace per le pulizie quotidiane. Il problema principale di tanta potenzaè che l’uscita dell’aria è posizionata in basso, come detto in precedenza, pertanto si corre il rischio di far volare lo sporco durante l’utilizzo dell’aspirapolvere.

Autonomia

La batteria dell’Eufy HomeVac H11 consente di utilizzare il dispositivo per circa 15 minuti. Per completare la ricarica occorrono, invece, circa tre ore. tempi sicuramente non troppo esaltanti, ma complessivamente nella media per dispositivi di questo tipo.

Conclusione

HomeVac H11

HomeVac H11

L’Eufy HomeVac H11 è, come abbiamo visto, un dispositivo, pratico, ergonomico e con i suoi 5.4kg leggero e semplice da utilizzare. È efficiente, ma ha due grandi criticità: la fuoriuscita dell’aria e l’autonomia. Magari per la pulizia della scrivania, del PC o degli angoli dell’automobile non viene utilizzato quotidianamente, ma come aspirabriciole potenzialmente sì. Poco più di dieci minuti di autonomia possono bastare, ma tre ore di ricarica potrebbero essere eccessivi. Basta saperlo e regolarsi di conseguenza.

In conclusione possiamo dire che l’Eufy HomeVac H11 può essere una scelta conveniente per le piccole pulizie, anche grazie a un design gradevole e a una capacità di aspirazione da non sottovalutare. Nel complesso, quindi, è un buon modello; non il migliore certo, ma una buona alternativa ai top di gamma.

Giudizio finale
Confezione
7.5 / 10
Design e costruzione
6.5 / 10
Hardware
7.5 / 10
Autonomia
6.5 / 10
La nostra opinione

Eufy HomeVac H11 è un dispositivo, pratico, ergonomico e con i suoi 5.4kg leggero e semplice da utilizzare. E’ davvero incredibile come l’azienda sia riuscita a concentrare tanta aspirazione in un dispositivo così piccolo: l’autonomia non eccelsa e soprattutto l’uscita dell’aria collocata nel punto sbagliato purtroppo lo penalizzano non poco.

7 ★★★★☆
Non perderti i nostri approfondimenti sulla casa, domotica ed elettrodomestici, segui il nostro canale Telegram: t.me/casahitech
banner telegram offerte
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...
Potrebbero interessarti
Aspirapolveri e pulizia

Le migliori idropulitrici acquistabili su Amazon

Aspirapolveri e puliziaElettrodomestici

Recensione Imetec Duetta Cordless: non convince del tutto

Aspirapolveri e puliziaElettrodomestici

Migliori robot aspirapolvere Roomba e guida all'acquisto

Aspirapolveri e puliziaElettrodomesticiRecensioni

Recensione Roomba 671: efficienza economica