Dispositivi smartDomotica

Suggerimenti e trucchi per usare al meglio Google Home

Google Home nest

La gamma di dispositivi che ti permettono di realizzare una smart home è in continua crescita e Google Home è uno dei principali player in questo mercato. Grazie a Google Home puoi gestire e controllare dispositivi come Google Nest, Google Wifi e Chromecast, oltre a migliaia di altri sistemi compatibili come luci, videocamere, termostati e molto altro. Con l’app Google Home puoi programmare attività importanti come l’accensione delle tue videocamere, la chiusura automatica delle serrature, l’accensione delle luci quando entri in casa o l’accensione del riscaldamento da remoto. Se stai pensando di comprare un nuovo dispositivo Google per rendere la tua casa più smart ti consigliamo prima di scoprire quali sono i suoi vantaggi in modo da conoscerlo bene. In questo articolo troverai alcuni ottimi suggerimenti e trucchetti per utilizzare al meglio Google Home o Google Nest.

Crea comandi personalizzati

Google Home include già una serie di comandi da provare, ma se vuoi crearne uno che sia interamente tuo, puoi farlo tramite Routine. Routine è una funzione di Google Home che ti permette con un solo comando personalizzato di far eseguire più azioni. Per configurare Routine puoi seguire questa procedura:

  1. Apri l’app Google Home.
  2. Tocca Routine e poi scegli la routine che vuoi modificare.
  3. Per impostazione predefinita, le routine preconfigurate hanno già attivatori che non è possibile eliminare. Se vuoi aggiungere un altro attivatore, tocca Quando dico all’assistente > Aggiungi un’altra > Fine.
  4. Torna alla schermata Routine, quindi tocca Aggiungi azione > scegli una categoria di routine > scegli un’azione > tocca Fine.
  5. Al termine, clicca su Salva.

Aggiungi un’altra lingua a Google Home

Vivi in ​​una famiglia bilingue e vuoi che il tuo interlocutore risponda alla tua seconda lingua? Puoi configurarlo facilmente nella tua app Google Home. Dopo aver avviato l’app, tocca l’icona del tuo profilo nell’angolo in alto a destra. Quindi, vai su Impostazioni dell’assistente > Lingue. Seleziona Aggiungi una lingua e scegli tra una serie di opzioni nell’elenco. Le lingue supportate sono le più diffuse come lo spagnolo, il francese, il tedesco, il portoghese, il danese, l’italiano, il coreano e molte altre.

Se hai scelto più di una lingua è facile parlare con l’assistente in lingue diverse: quando dici “Hey Google” seguito da un comando vocale in lingua, l’assistente risponde nella lingua da te usata. Nota bene: l’Assistente Google non è in grado di riconoscere più lingue nella stessa frase

Insegna all’Assistente Google come pronunciare il tuo nome

Non è fastidioso quando hai un nome che l’Assistente Google pronuncia male tutto il tempo? Ecco una buona notizia: ora puoi effettivamente insegnargli come pronunciare il tuo nome correttamente. Ci sono due modi per farlo: scrivendolo o registrando una pronuncia del tuo nome. Entrambi i metodi vengono eseguiti tramite l’app Google Home. Dopo aver aperto l’app, tocca l’icona del tuo profilo e vai su Impostazioni assistente > Informazioni di base > Soprannome. Scegli il metodo che desideri utilizzare per insegnare a Google il tuo nome corretto. Quando hai fatto premi Riproduci per verificare se la pronuncia è corretta, in caso contrario puoi ripetere il processo.

Google Home come usarlo

Annuncia qualcosa a tutta la famiglia

Uno delle funzioni più utili di Google Home è la possibilità di dire qualcosa a tutta la famiglia anche se si è fuori casa. Questo è possibile grazie alla funzione di trasmissione che ripete il tuo annuncio su tutti i dispositivi Google Home presenti in casa. Tutto quello che devi fare è dire “Hey Google, trasmetti (il tuo annuncio)”. Questo può essere particolarmente utile quando chiami tutti a cena o chiedi a tutti contemporaneamente se hanno già dato da mangiare al cane.

Cambia la voce dell’assistente

Se sei stanco di come suona il tuo altoparlante di Google Home, sappi che la voce dell’assistente è una delle impostazioni che ora puoi modificare. Non puoi ancora cambiare la voce mettendone una di tua scelta come quella di Topolino o Taylor Swift ma, a differenza di Alexa di Amazon, hai 10 voci diverse tra cui scegliere. Per cambiare la voce dell’assistente, vai all’app Google Home e tocca l’icona del tuo profilo. A questo punto tocca Impostazioni assistente > Voce e suoni dell’assistente. Qui potrai ascoltare le varie voci a disposizione e poi toccare la voce che desideri utilizzare.

Fai in modo che l’Assistente Google parli lentamente

Quante volte hai chiesto qualcosa a Google Home ma non sei riuscito a cogliere la risposta perché l’assistente parlava troppo velocemente? Se la tua risposta è: “Spesso”, allora sappi che puoi cercare di risolvere questo problema. Ogni volta che non riesci a capire le risposte di Google Home alle tue domande puoi semplicemente chiedere a Google di ripetere dicendo: “Ok Google, ripetilo più lentamente”. La voce ripeterà, quindi, la stessa risposta ma con un ritmo più lento.

Rilassati con i rumori bianchi

Con l’altoparlante o il display Google Home puoi rilassarti ascoltando un’ampia selezione di piacevoli suoni ambientali. Ci sono un totale di 14 suoni ambientali attualmente disponibili: dal temporale all’acqua corrente, dal ventilatore al rumore del caminetto. Puoi riprodurre un suono specifico dicendo “OK Google, riproduci i suoni della foresta” oppure puoi lasciarlo scegliere per te dicendo “Google, aiutami a rilassarmi”. Il tuo dispositivo riprodurrà continuamente rumori per 12 ore o finché non decidi di disattivare la funzione.

Attiva la modalità notturna

Se c’è una cosa che infastidisce gli utenti di Google Home è come questa mantenga lo stesso volume anche di notte. Ciò significa che la sera prima di andare a letto se chiedi all’assistente di impostare una sveglia, questa risponderà con una voce forte e squillante come durante il giorno. Questo potrebbe non è essere l’ideale, soprattutto se i tuoi figli stanno già dormendo. Fortunatamente, Google ha creato la funzione Modalità Notturna che ti consente di modificare il volume e persino la luminosità del LED del tuo dispositivo in determinati orari della giornata. Ecco come attivare la modalità notturna:

  1. Apri la tua app Google Home.
  2. Tocca il dispositivo che preferisci, che si tratti di un altoparlante o di un hub.
  3. Seleziona l’icona Impostazioni nell’angolo in alto a destra.
  4. Tocca Notifiche e benessere digitale > Modalità notturna.
  5. Attiva il cursore.

Puoi impostare a tuo piacimento gli orari di attivazione e disattivazione della Modalità Notturna in questo modo:

  • Nella sezione “Da”, tocca Modifica, seleziona l’ora  di inizio e poi premi OK.
  • Nella sezione “A”, tocca Modifica, seleziona l’ora di fine e poi premi OK.
  • Scegli i giorni della settimana in cui vuoi attivare la modalità notturna: se il cerchio relativo a un giorno è blu, significa che la modalità notturna è attiva in tale giorno.

Controllo condiviso dei dispositivi tramite l’app Google Home

Se vivi con la famiglia o con dei coinquilini può essere utile consentire loro di avere il controllo condiviso dei dispositivi Google Home di casa tua. Così ad esempio tutti possono gestire gli speaker del salotto, le luci del tuo studio o il termostato delle stanze. Per concedere tale accesso, invitali virtualmente a casa tua tramite l’app Google Home.

  1. Avvia l’app.
  2. Sotto il nome della tua casa, tocca Invita membro
  3. Seleziona Invita persona.
  4. Digita il nome o l’indirizzo e-mail valido del membro che desideri aggiungere.
  5. Tocca Avanti.
  6. Nella schermata “Cosa è condiviso”, tocca Avanti.
  7. Seleziona il pulsante Invita.

Il membro riceverà una e-mail che lo informerà riguardo “l’invito” che gli hai mandato. Tutto quello che il famigliare deve fare è accedere alla sua app Google Home e accettare l’invito. Se la persona che vuoi invitare ti ha già richiesto di diventare un membro della tua casa, devi accettare la sua richiesta anziché inviare un nuovo invito. La raccomandazione è quella di invitare a diventare membri della casa solo le persone di cui ti fidi, dato che con i membri di una casa vengono condivise le seguenti informazioni e permessi:

  • Accesso e controllo completi di dispositivi e servizi
  • Aggiungere e rimuovere altri membri della casa, te incluso.
  • Aggiungere nuovi dispositivi, come speaker, display o lampadine smart.
  • Utilizzare e modificare le impostazioni dei dispositivi della casa.
  • Collegare automaticamente i servizi multimediali, ad esempio YouTube a smart display, speaker e dispositivi con Chromecast

Conversazione continua con Google Home

Ti piace parlare con il tuo dispositivo Google Home ma odi dover ripetere “Hey Google” ogni volta? Con funzione “Conversazione continua”, questo non è più necessario. Puoi facilmente porre all’assistente tutti i tipi di domande pronunciando le parole di attivazione una sola volta. Quando la funzione “Conversazione continua” è abilitata, Google Home risponderà alla tua prima domanda come al solito ma invece di chiudere il microfono subito dopo, attenderà otto secondi e rimarrà in attesa della tua seconda domanda. In questo modo puoi parlare continuamente con Google Home. Per abilitare questa funzione, avvia la tua app Google Home, poi tocca l’icona del tuo profilo e vai su Impostazioni assistente > Conversazione continua. Quindi, attiva questa funzione. Quando le luci dell’altoparlante sono in movimento o il cerchio bianco nell’angolo in alto a sinistra dello schermo è visibile, l’assistente è in ascolto. Ricorda che non puoi utilizzare la modalità Conversazione continua durante una telefonata o se sta suonando una sveglia.

Se vuoi terminare la conversazione, puoi semplicemente smettere di parlare o pronunciare uno di questi comandi:

  • “Grazie Google.”
  • “Ti ringrazio.”
  • “Interrompi l’ascolto.”
  • “Ho finito.”
  • “Abbiamo finito.”

Google Home

Conclusioni

Tra le assistenti virtuali e gli  smart speaker disponibili Google Home è sicuramente uno tra i più diffusi dato che ti permette di creare facilmente utili automazioni per i tuoi dispositivi. Prima di fare il tuo acquisto assicurati che i dispositivi che vuoi collegare a Google Home siano compatibili. Rispetto ad altri smart speaker o assistenti virtuali, Google Home è molto più versatile nell’eseguire attività di ricerca, nel fornire risposte alle domande e nella restituzione di informazioni da cercare in rete. In questo articolo abbiamo esposto solo alcune delle sue funzioni ma ci sono molte altre funzionalità che vengono fornite con questo fantastico dispositivo per la casa intelligente e siamo sicuri che usandolo ti divertirai a scoprirle tutte.

Potrebbero interessarti
DomoticaGuide e How-To

HomeKit: sei impostazioni che dovresti disabilitare

Dispositivi smartDomotica

Siri: 6 principali motivi per cui non è intelligente come Alexa

Dispositivi smartDomoticaIntrattenimento

6 funzionalità di Alexa per lavorare da casa

Dispositivi smart

10 funzioni del tuo termostato smart che dovresti utilizzare