DomoticaGuide e How-ToSicurezza

Puoi spegnere le telecamere di sicurezza quando sei a casa?

Le telecamere di sicurezza sono ottimi dispositivi per tenere d’occhio la tua casa, dentro e fuori, quando non sei nelle sue vicinanze.

C’è però da ammettere che, quando ti trovi nella tua abitazione, avere comunque degli occhi puntati contro costantemente non è il massimo della vita. Dunque, in questo articolo andremo a vedere cosa succede se vuoi disabilitare queste telecamere al fine di rendere la tua casa un posto con più privacy possibile.

Migliori telecamere IP WiFi da esterno

Perché disattivare le telecamere quando sei a casa?

Hai mai pensato, quando sei comodamente seduto in casa, che le tue telecamere di sicurezza smart ti stanno guardando?

La comodità di una casa intelligente è proprio legata al fatto che, una volta attivati gli strumenti smart, questi funzionano autonomamente, senza più dare pensieri all’utente. Eppure, tutto ciò comporta potenziali rischi. Telecamere compromesse da un firmware non aggiornato o bug legati al lato software, comportano però dei rischi inaspettati.

Qualche notizia sul giornale potrebbe dunque spingerti a spegnere questi dispositivi quando sei comodamente sul divano di casa. Una telecamera posizionata nel tuo soggiorno in modo da poter controllare i tuoi cani mentre sei al lavoro è molto utile, ma è un potenziale problema di privacy quando invece sei nella tua abitazione.

Come spegnere le telecamere di sicurezza quando sei a casa

Sfortunatamente, con il numero enorme di prodotti sul mercato, non c’è un modo universale per spegnere semplicemente la tua telecamera. La procedura infatti varia a seconda della marca, del modello e del tipo di alimentazione. Ecco come trovare e un modo sicuro per gestire le telecamere smart della tua abitazione.

Spegni le tue fotocamere con le impostazioni del software

La maggior parte delle telecamere di sicurezza ha una sorta di funzione di override o di spegnimento. Ciò che questo spegnimento comporta in realtà, così come si ottiene, varia però a seconda del produttore.

La maggior parte delle telecamere di aziende come Nest, Ring, Arlo, Eufy e altri produttori supportano semplici toggle basati su software all’interno dell’app legata al prodotto. A livello pratico si apre l’app di controllo, si seleziona la telecamera e si individua una levetta on-off di base per impostare lo stato della telecamera. Nulla di più semplice.

Alcune piattaforme offrono opzioni più sofisticate, comprese forme di automazione più o meno complesse. Le telecamere Nest, per esempio, possono essere collegate alle impostazioni di rilevamento della presenza del tuo sistema Goggle Home. Utilizzando la funzionalità home/away, è possibile impostare questo prodotto nel tuo soggiorno per spegnersi se un membro del tuo gruppo Google Home è a casa e farla riaccendere quando se ne va. La presenza in casa e fuori casa è determinata dai telefoni degli utenti, non dal rilevamento della presenza (come quello offerto dal termostato Nest) per scopi di sicurezza.

Le telecamere Ring supportano tale modalità. È possibile impostare il sistema su disabilitato per rendere inattivo il rilevamento del movimento, la modalità casa per mantenere le telecamere esterne accese, e la modalità via per accenderle tutte. Come il sistema Nest, Ring supporta il geofencing.

Una cosa che scoprirai rapidamente se inizi a curiosare nelle impostazioni della tua particolare telecamera è che potresti essere in grado di disattivare il dispositivo tramite le impostazioni del software. Da un punto di vista di esperienza utente, questo ha senso, naturalmente. La maggior parte delle persone sarebbe frustrata se per spegnere una fotocamera, specialmente una montata in una posizione difficile da raggiungere, e dovesse fisicamente raggiungerla di nuovo per riaccenderla.

telecamera arlo

Spegni la fonte di alimentazione della tua videocamera

Lo spegnimento via software è sufficiente? Chiunque abbia accesso al sistema può semplicemente accendere lo stato della telecamera con la stessa facilità con cui l’hai spenta. Non è detto però, che il telefono in uso sia hackerato o che qualche malintenzionato riesce comunque ad agire per attivare/disattivare i dispositivi a piacimento.

La soluzione semplice? Tagliare l’alimentazione elettrica della telecamera quando sei a casa per evitare qualsiasi possibilità che la stessa sia accesa quando vuoi che non lavori. Questa non è una soluzione praticabile per tutte le telecamere di sicurezza a batteria, in quanto molti prodotti wireless, funzionano quando la batteria viene rimossa ma il cavo di ricarica è ancora collegato.

Se vuoi seguire la strada di bloccare fisicamente l’alimentazione alla telecamera, ti consigliamo di collegare la telecamera a un dispositivo smart plug. Con questa soluzione avrai tutta la flessibilità della programmazione senza preoccuparti che la telecamera gestita dal software sia davvero spenta o meno.

Per togliere completamente dall’equazione qualsiasi elemento online o smart, potresti sempre scambiare la presa smart con un modello che supporta una modalità wireless o anche con un timer tradizionale impostato per la tua routine lavorativa con orari fissi. L’opzione smart plug però, assicura che la telecamera sia effettivamente spenta offrendoti molta più flessibilità.

In ogni caso, se ti avvicini a tagliare l’alimentazione alla videocamera quando non è in uso, puoi essere certo che sia effettivamente spenta e non in un nebuloso stato di stasi, dunque potenzialmente riattivabile da qualcuno a tua insaputa.

Potrebbero interessarti
Consigli per gli acquistiConsigli per gli acquistiDomoticaIntrattenimentoSicurezza

4 motivi per non acquistare una smart TV

DomoticaGuide e How-To

Problemi di connessione tra Amazon Echo e Alexa: come risolvere

ArredoBagnoConsigli per gli acquistiDomotica

I migliori specchi smart e smart mirror | Guida all'acquisto

Domotica

Perché il tuo iPad non funzionerà più come hub HomeKit