Dispositivi smartDomoticaGuide e How-To

29 suggerimenti pratici per la smart home perfetta

La domotica è ormai una realtà concreta, ma realizzare una perfetta smart home è ben più complesso di quanto si possa immaginare.

Al di là dei singoli dispositivi integrabili infatti, serve una certa esperienza per poter realizzare un sistema domestico realmente funzionale e non una serie di semplici “giochi” tecnologici.

Una perfetta smart home? Alcuni consigli per ottenere il meglio nell’ambito della domotica

In questo articolo, abbiamo raccolto un gran numero di consigli pratici per rendere la tua abitazione realmente “intelligente”, in modo che i benefici degli strumenti smart utilizzati apportino un reale vantaggio pratico.

Usa la linea LAN quando puoi

La tecnologia wireless ha fatto molta strada negli ultimi anni, ma è ancora comune incontrare problemi con l’interferenza o la portata del segnale (soprattutto se hai una casa molto vasta o su più piani).

Riuscire dunque a collegare, almeno parte dell’elettronica presente nell’abitazione, attraverso una linea LAN, può far risparmiare parte della banda disponibile al WiFi ed evitare interferenze.

Trova i punti morti

Molti dei tuoi dispositivi smart si connetteranno tramite la già citata linea WiFi. Questa, diventa più congestionata man mano che più dispositivi si connettono alla stessa.

Prima di impazzire acquistando nuove apparecchiature di rete, usa il tuo telefono cellulare e un’app di analisi WiFi per trovare i punti morti della casa per valutare l’eventuale acquisto o meno di un amplificatore di linea.

Fai attenzione alla mancanza di fili neutri nel vecchio cablaggio domestico

Se hai una casa piuttosto datata con cavi vecchi, gli interruttori della luce potrebbero non avere un filo neutro. Questo è un problema per la maggior parte degli interruttori smart.

Un circuito con un filo neutro può spegnere una luce pur continuando a fornire alimentazione all’interruttore stesso. Senza questo, il sistema regolato dal bottone perde tutta la potenza quando l’interruttore è spento. Senza alimentazione, un interruttore smart non può comunicare con il sistema domotico, il che è ovviamente un problema.

Usa sia l’Assistente Google che Alexa

Alexa

Perché scegliere tra Assistente Google e Alexa? A patto di avere gli elettrodomestici e i dispositivi compatibili con entrambi i sistemi, puoi provare (perlomeno agli inizi) a far coesistere i due assistenti.

A lungo andare poi, puoi selezionare quello più adatto alle tue esigenze.

I migliori assistenti vocali per una casa smart e connessa | Guida all’acquisto

Gli interruttori smart sono generalmente migliori delle lampadine intelligenti singole

Le lampadine smart sono sicuramente strumenti apprezzabili sotto il punto di vista tecnico, ma restano poco utili se non sono regolate da interruttori appositi.

Nell’ideale casa perfettamente automatizzata del futuro, non ci sarà bisogno di interruttori manuali. Ma finché non raggiungeremo quel livello tecnologico, ci saranno inevitabilmente momenti in cui è più conveniente azionare un interruttore a mano.

Impara a usare il geofencing

Nell’ottica di una perfetta smart home, conoscere il geofencing è indispensabile. Ma di cosa si tratta?

Il geofence di una casa intelligente è un cerchio immaginario attorno al router principale. Questo determina l’area entro la quale puoi agire sulle funzioni domestiche. Va detto che la linea WiFi o il GPS del telefono può essere utilizzato per attivare diverse azioni quando si attraversa questo “recinto”.

Se porti con te il telefono quasi ovunque tu vada dunque, puoi andare oltre a questo limite, potendo gestire da distanza, per esempio il termostato intelligente di casa.

Riduci il consumo delle batterie

Quando possibile, fai uno sforzo in più per collegare i tuoi dispositivi per la casa smart a una fonte di alimentazione costante.

Se hai un budget limitato o se sei alle prime armi in ambito domotico, potresti acquistare dispositivi più economici, senza curarti di come questi si alimentano sotto il punto di vista energetico. Acquistare strumenti ed elettrodomestici che hanno consumi contenuti o che comunque riescono ad ottimizzare il proprio dispendio energetico, può portare a grandi vantaggi economici sul medio-lungo periodo. Eventualmente valuta l’acquisto di batterie ricaricabili:

Le migliori batterie ricaricabili AA e AAA e relativi caricatori

Risparmia spazio: utilizza un supporto a parete per il tuo Echo Dot

Supporto Echo Dot

Si tratta di una soluzione pratica ed economica, per distribuire Echo Dot all’interno della tua abitazione mantenendo l’ordine.

Non solo: i supporti di questo tipo, permettono una distribuzione migliore dell’audio da parte degli altoparlanti. Si tratta di una soluzione molto pratica, soprattutto per chi ha case con poco spazio disponibile o chi vuole, per esempio, sistemare un Echo Dot nel proprio bagno.

Se vuoi risparmiare, i termostati smart sono un enorme vantaggio

Adottando un sistema di questo tipo, puoi tagliare quasi della metà la bolletta, sia per quanto concerne il riscaldamento invernale, sia in ottica raffreddamento durante i mesi più caldi.

I termostati smart sono appositamente ideati per risparmiare sulle bollette. La quantità di denaro in questione è difficile da stimare, visto che molto dipende dalle tue personali abitudini: di sicuro, a fine mese, ti troverai sicuramente con qualche soldo più in tasca usando questi dispositivi.

Sfrutta le community per ottenere aiuto

Se hai domande su un prodotto smart, i gruppi di Facebook sono una risorsa meravigliosa. Prodotti popolari come SmartThings, Philips Hue o simili, hanno i propri gruppi dedicati. Unisciti al gruppo e troverai più di semplici fan occasionali, utenti provenienti da ogni parte del mondo che hanno grande esperienza in questo settore.

Proteggi la tua privacy

Abbiamo già parlato di sicurezza e privacy con Alexa in passato, ma l’argomento resta sempre piuttosto scottante.

In tal senso, puoi cercare di muoverti saggiamente acquistando prodotti da marchi di cui ti fidi. Inoltre, considera sempre prima le opzioni self-hosted per assicurarti di avere il controllo dei tuoi dati, evitando per quanto possibile i sistemi cloud.

I termostati intelligenti funzionano meglio con un cavo C

Sempre in ambito “perfetta smart home”, devi considerare come i termostati smart hanno solitamente uno schermo piuttosto ampio e, utilizzando una connessione WiFi, possono consumare molta energia.

Sotto questo punto di vista dunque, utilizzare un cavo C è una soluzione ottimale. Questo infatti, consente al termostato di ottenere tutta la potenza necessaria al funzionamento attraverso la cablatura, senza interrompere il funzionamento HVAC. Anche se non è necessario per il funzionamento di questi dispositivi, è fortemente consigliato.

Assegna un nome ai tuoi dispositivi intelligenti

Soprattutto se hai dispositivi uguali ma in stanze diverse, è bene assegnare a ognuno di essi un nome diverso. In questo modo, impartendo i comandi, non ci sarà alcun tipo di margine di errore riguardo quale device sarà influenzato dagli stessi.

Le lampadine colorate sono davvero cool!

Se non hai mai provato lampadine colorate, ti consiglio di provare Philips Hue.

L’idea di lampadine che cambiano colore può sembrare infantile e quasi inutile, ma adattare le luci in base al proprio umore è estremamente divertente. Le tante impostazioni offerte dal sistema proposto da Philips, sono davvero convincenti e, l’integrazione con una casa domotica, non può far altro che aumentare a dismisura la sua fruibilità.

Lampadine economiche compatibili con Philips Hue

Il sistema Philips Hue utilizza il protocollo Zigbee. Se desideri acquistare più lampadine intelligenti da aggiungere al tuo ecosistema Philips Hue, ma non hai bisogno di affidarti esclusivamente a prodotti legati alla multinazionale olandese.

Esistono diverse lampadine che, seppur più economiche, sono pienamente compatibili con il sistema Hue.

Utilizza le routine di Alexa

L’app Alexa sta lentamente diventando uno strumento incredibilmente potente in ottica automazione. Le routine sono una parte enorme del ruolo predominante di questo software.

Puoi utilizzare le routine per attivare una catena di azioni con un solo comando vocale per esempio, per controllare le luci di casa con Alexa.

Conserva un elenco con tutte le password

Se acquisti un gran numero di prodotti per avere una perfetta smart home, ti ritroverai con un sacco di password.

Segui le buone pratiche di sicurezza e utilizza password univoche per ogni dispositivo. Una volta connesso alla rete, non dovrebbe essere necessario utilizzare le stesse molto spesso. In ogni caso, crea un elenco delle password e salvalo da qualche parte o utilizza la cara e vecchia carta (a patto poi, di non smarrire il foglio in questione!).

Usa strisce LED

strisce led Philips Hue

Le strisce LED hanno la capacità di portare la tua illuminazione d’atmosfera a un livello superiore.

Che si tratti di illuminazione verso il basso sotto armadi o letti o illuminazione sul soffitto, la luce indiretta emessa da queste installazioni può avere un effetto fantastico. Se puoi permetterti la spesa extra e aggiungere un po’ di colore, non rimarrai deluso da questa soluzione.

Puoi acquistare strisce LED Philips Hue già pronte che, seppur costose, offrono uno standard qualitativo davvero difficile da eguagliare.

Startup finanziate con crowdfunding? Arma a doppio taglio

Luci in casa

Le strisce LED smart Philips Hue Lightstrip sono quelle più scelte. Come è chiaramente visibile dall’immagine, esse sono completamente integrabili nell’ambiente casalingo e possono essere collocate in diversi luoghi. Acquistando un oggetto aggiuntivo, le LED strip sono collegabili anche alla rete Wi-Fi.

L’ascesa della startup in crowdfunding è coincisa con la crescita della domotica. Non mancano nuove aziende con grandi ambizioni e idee interessanti. Tuttavia, è abbastanza comune vedere che queste ambizioni non sono all’altezza delle aspettative, una volta messi di fronte a un prodotto finito di questo tipo.

Se scegli di investire in un progetto di questo tipo, tieni presente che le scadenze spesso vengono rispettate e talvolta i prodotti non vengono mai consegnati. I tuoi soldi potrebbero rimanere bloccati per un po’.

Acquista da un negozio con una buona politica di restituzione

Con strumenti tecnologici così complessi come quelli attuali, avere problemi non è così raro.

Per rendere tutto molto semplice, prima di acquistare (magari a prezzo ribassato) un dispositivo, fai grande attenzione a garanzia e politiche di restituzione in caso di problemi alla consegna. Anche se i principali store digitali lavorano ottimamente in tal senso, è bene sempre dare uno sguardo alle policy.

Impara a usare IFTTT, Stringify e Tasker

Probabilmente hai sentito parlare di IFTTT, ma per quanto riguarda gli altri due?

Il mondo dei dispositivi domestici intelligenti è ancora giovane e l’interoperabilità è ancora una sfida. Impara a utilizzare queste app per scripting di terze parti per creare automazioni più complesse e connettere dispositivi altrimenti incompatibili.

I ventilatori a soffitto richiedono interruttori intelligenti speciali

ONEVER

Potresti essere tentato di installare un interruttore dimmer standard per controllare la velocità del tuo ventilatore da soffitto, ma questa non è una buona idea.

Ci sono regolatori di velocità della ventola appositamente realizzati che svolgeranno questo compito in maniera perfetta.

Non rendere tutto particolarmente complicato

Ricorda, l’obiettivo finale di una perfetta smart home è rendere le cose più facili. Le automazioni, inevitabilmente, più sono complicate è più possono presentare eventuali errori.

Per esempio, perché cercare di illuminare un armadio attraverso un sensore di movimento collegato a una lampadina, quando esistono lampadine (anche già economiche) che captano automaticamente il movimento accendendosi?

Mantieni aggiornato il firmware

Quando apri l’app e quel messaggio fastidioso che richiede di aggiornare un device continua a comparire, si è tentati di ignorarlo. Niente di più sbagliato.

Gli aggiornamenti del firmware sono importanti per la sicurezza, la correzione dei bug e le nuove funzionalità. Per lo meno, se non hai tempo, tieni presente che l’update va fatto appena ne avrai l’occasione.

Migliori dispositivi smart compatibili con Amazon Alexa

Scegli un hub in base alle tue abilità

La piattaforma Alexa di Amazon è facile da imparare e da usare. Tuttavia, scoprirai rapidamente che, rispetto ad altri sistemi, risulta un po’ limitante.

D’altra parte, qualcosa come Home Assistant ha una curva di apprendimento molto più ripida, ma consente una programmazione personalizzata complessa. Il suo essere Open Source poi, ne ampia in maniera pressoché infinita le potenzialità.

In genere, trovare l’hub giusto è indispensabile per un equilibrio tra facilità d’uso e capacità di creare automazioni complesse. Se stai cercando un compromesso, l’hub Samsung SmartThings  è un buon mix tra queste due filosofie.

L’app è in pieno stile If / Then, risultando facile da usare. Inoltre, per i più “smanettoni” esistono componenti aggiuntivi che ti consentono di creare codice personalizzato.

Qualità audio? Niente compromessi!

SONOS

Quando acquisti un altoparlante intelligente, non scendere a compromessi sulla qualità del suono, che resta sempre e comunque una priorità.

Gli studi dimostrano che gli altoparlanti intelligenti vengono utilizzati principalmente per la musica, oltre che compiti facili come promemoria o timer. Questa è una notizia terribile se si considera che Echo Dot e Google Home Mini sono i due altoparlanti intelligenti più venduti e hanno una qualità audio davvero bassa.

Scegliere degli altoparlanti compatibili con gli assistenti virtuali ma in grado di offrire una qualità audio notevole dunque, potrebbe essere una scelta alquanto azzeccata.

Le reti mesh diventano più forti con più nodi

Le reti mesh utilizzate con Zigbee e Z Wave diventano più robuste con più nodi a disposizione. Le reti con un semplice punto di riferimento, come il WiFi, diventano più facilmente congestionate.

Se prevedi di avere molti dispositivi nella tua perfetta smart home, un protocollo di rete mesh renderà molto meglio del classico WiFi.

Economico non vuol dire di scarsa qualità

E se un dispositivo apparentemente economico ha in realtà il prezzo giusto… e sono i concorrenti ad essere semplicemente troppo cari?

Il più delle volte,  si considera ciò che è a buon mercato come qualitativamente non soddisfacente. Ma è sempre così? Ho visto molti prodotti arrivare sul mercato con prezzi altissimi, ma questi sono spesso dettati dalla richiesta o da particolari campagne pubblicitarie. Le persone si entusiasmano per il rilascio di nuovi prodotti e spesso pagheranno un prezzo elevato per essere i primi ad averli in casa.

Leggi le recensioni, informati sui social e altrove per effettuare acquisti con un rapporto qualità-prezzo ottimale.

C’è sempre qualcosa di meglio in arrivo

Nuovi prodotti e nuove versioni di vecchi prodotti, per una perfetta smart home, vengono costantemente rilasciati. A volte compri un prodotto che, appena qualche settimana dopo, diventa già obsoleto, sostituito da una versione aggiornata.

Non perderti troppo dietro i ritmi frenetici del mercato: se un prodotto per la casa smart risolve un tuo problema e il prezzo a cui è in vendita è giusto, acquistalo. Una buona azienda manterrà i suoi prodotti aggiornati per lunghi periodi, dunque non devi preoccuparti più di tanto.

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...
Potrebbero interessarti
Dispositivi smartDomoticaGuide e How-To

Come controllare i tuoi dispositivi Smart home con messaggi di testo

DomoticaGuide e How-To

Come trasformare l'anello luminoso Amazon Echo in una luce notturna

Dispositivi smartDomotica

Cosa significano gli anelli colorati di Alexa

Consigli per gli acquistiDispositivi smartDomotica

Le migliori smart plug compatibili con Alexa e Google Home